La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
» Più lette
» Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
» Disegni
» Sito Poesia
» In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
» Nome » E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: agosto 16, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesia anglosassone | Totali visite: 3336 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
A. E. Housman
« NON DITEMI QUI, NON OCCORRE »


Non ditemi qui, non occorre,
Quale aria intoni la maga
Tra l'erbe del molle settembre
O sotto i pallidi biancospini,
Poiché lei e io ci frequentammo a lungo
E tutti i suoi modi io conobbi.

Su zolle rosso-brune, presso acque immote,
Il pino lascia cadere i suoi coni;
Il cuculo grida tutto il giorno a nulla
In fogliose vallette tutto solo;
E la gioia del viaggiatore illude nell'autunno
I cuori che hanno perduto la loro.

Per acri e acri d'erbe andate in seme
Ansima la varia brunitura;
O allineati sotto lune settembrine
Stanno la notte intera inunobili i covoni;
O faggi si spoglìano per l'inverno negli uragani
E macchiano di foglie il vento.

Abbiate, come io ebbi per una stagione,
I paesi cui rinuncio,
Dove, lungo le piane ricche d'olmi, la strada
Saliva le colline e biancheggiava,
E la foresta ombrosa, folta di colonne,
Mormorava ed era mia.

Perché la natura, l'ottusa natura senza cuore,
Non chiede né sa
Quali piedi stranieri incontrino il prato
E sconfinino e vadano,
Né chiede tra le stille del mattino
Se essi siano miei o no.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesia anglosassone più letti

» Richard Feynman UN ATOMO NELL’UNIVERSO
» Oscar Wilde E’ PIENO INVERNO
» Emily Dickinson MI AVVIAI DI BUON’ ORA...
» Emily Dickinson TOGLIETEMI TUTTO, MA LASCIATEMI L’ESTASI
» Samuel Beckett CASCANDO
Gli ultimi Poesia anglosassone pubblicati

» Henry Scott Holland La Morte non e’ niente
» Emily Dickinson MONTAGNE CARE
» Emily Dickinson TOGLIETEMI TUTTO, MA LASCIATEMI L’ESTASI
» John Milton IL PARADISO PERDUTO
» Emily Dickinson L' Amore
» Emily Dickinson SONO CONSAPEVOLE


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
'uccello prigioniero nella gabbia, l'uccello libero nella foresta: quando venne il tempo s'incontrarono, questo era il decreto del destino. L'uccello libero grida al compagno: « Amore mio, voliarno nel bosco! »

    Statistiche generali
» Pubblicazioni
6543
» Autori registrati
3082
» Totali visite
9973704
» Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.