La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 15, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesia anglosassone | Totali visite: 757 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Sanics 1

tutta una viva lunga strada quest'oggi di dolci acquazzoni da Portrane sulla costa
Donabate tristi cigni di Turvey Swords
pedalando a tre marce come una sonata
scroto in sella come un Cavaliere atra cura in fretta
Botticelli dall'inguine in gi pestando la trasmissione
gomme sanguinanti svuotantisi zp la strada maestra
tutto il cielo nello sfintere
lo sfintere

staaaaaaanco adesso
strafaticando adesso tra i passeggiatoti
questa fida tutt'acciaio questa super-reale
di ritorno a casa da buon ragazzo
dove son nato di botto col verde dei larici
ah tornare nell'amnio senza fiducie
senza dita senza amore guasto
catenando nel frattempo aggrappato alla bicicletta
le ondate dei nubile i relitti di sudario
bravo-in-pentola anamniotico cinto di cenci scappellato
per mamma babbo pollo e pancetta
calda tomba pure di' la parola
giorni felici spezza lo stelo versa una lacrima
quest'oggi Nozzed della Spia sette lustri fa
oh i larici il dolore strappato come un tappo
il glande che egli port una giornata a spasso su e gi per colli e vallate
con un ponderoso sorriso dalla Londra e Globo di Liverpool
dietro le ombre si allungano i sicomori singhiozzano
per il budino oh per me bimbo da sculacciare
secchi di spumante letto da bambino lavoro da sete
per la levatrice insanguinato
per l'orgoglioso genitore ingoia un groppo di allegria
per il piedigonfio Acate ansima pure la sua gioia
scintillando pungiglioni per me
stanco adesso capelli in riflusso gengive in riflusso in riflusso a casa
come d'oro adesso nel fiore degli anni dopo una breve prodigalit
s e soave
soave urbano al di l del bene e del male
aspettando il mio turno senza rancore puoi giurartelo
stravolto mezzo storto corteggiando i clisprezzi di questi fauni queste ninfe brillanti
pinzettato come pederasta al pantalone
succhiando la mia lanterna affumicata dietro a una Wild Woodbine
cinghiato a morte in uno sporco impermeabile
scagliando innanzi l'orgoglioso Swift di petto alla marea degli Strmer
vedo infine il mio verbo principale
lei l'unica che nell'accusativo
ho smontato per amare
scivolandomi incontro impavida danzatrice indiana sulle acque
impavida figlia dei desideri col suo vecchio nero e fenicottero
vattene adesso prendi il sei il sette l'otto o il vaporetto
prendi l'autobus che me ne frega cammina ricatta un passaggio
torna al ragno della tua tela a Holles Street
e lascia che sorrida ancora la tigre
nei nostri cuori che finanzia strade di ritorno


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesia anglosassone più letti

» Richard Feynman UN ATOMO NELLUNIVERSO
» Oscar Wilde E PIENO INVERNO
» Emily Dickinson MI AVVIAI DI BUON ORA...
» Emily Dickinson TOGLIETEMI TUTTO, MA LASCIATEMI LESTASI
» Samuel Beckett CASCANDO
Gli ultimi Poesia anglosassone pubblicati

» Henry Scott Holland La Morte non e niente
» Emily Dickinson MONTAGNE CARE
» Emily Dickinson TOGLIETEMI TUTTO, MA LASCIATEMI LESTASI
» John Milton IL PARADISO PERDUTO
» Emily Dickinson L' Amore
» Emily Dickinson SONO CONSAPEVOLE


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Le nuvole, ecco come sei, come le nuvole, nel nitore distese del sole, leggere nel vento.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6541
Autori registrati
3081
Totali visite
9952381
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.