La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: agosto 16, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesia anglosassone | Totali visite: 1581 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Frammento di un agone

SWEENEY. WAUCHOPE. HORSFALL. KLIPSTEIN. KRUMPACKER. SWARTS. SNOW. DORIS. DUSTY.
SWEENEY:     
Ti rapir
A un'isola di cannibali.
DORIS:     E tu sarai il cannibale!
SWEENEY:     E tu sarai il missionario!
Sarai il mio missionario piccino picci. E tu sarai il missionario! Sarai il mio missionario piccino picci. lo ti tranguger. li cannibal sar. lo ti tranguger. li cannibal sar.
DORIS:      Mi rapirai davver? Da un'isola di cannibali?
SWEENEY:      lo sar il cannibale
DORIS:      E io il missionario sar.
lo ti convertir!
SWEENEY:     
lo ti convertir! .
In un bel stufatino.
In un bianco succoso piccino
Di missionario gentil stufatino
DORIS:     Mangiar non mi vorresti!
SWEENEY:     
S eppur ti manger!
In un tenero soffice bianco piccino
Di missionario succoso gentil stufatino.
Tu vedi quest'uovo
Tu vedi quest'uovo
Bene questa la vita su un'isola di coccodrilli.
Non ci sono telefoni
Non ci sono grammofoni
Non ci sono automobili
Non ci sono due posti, nemmeno sei posti,
Non c' Citron, e nemmeno Rolls-Royce.
Non c' da mangiare che il frutto che cresce.
Non ci son da vedere che palme di qua
E il mare di l,
Non c' da ascoltare che il suon dei frangenti.
Soltanto tre cose son qui
DORIS:     
Quali sono?
SWEENEY:      Nascita, e copula e morte,
Tutto qui, tutto qui, tutto qui,
Nascita, e copula e morte.
E se tiri !e somme tutto qui
Nascita, e copula e morte.
DORIS:      Che noia ne avrei!
SWEENEY:     
Che noi ne avresti!
Nascita, e copula e morte.
DORIS:     Che noia ne avrei!
SWEENEY:     
Che noia ne avresti!
Nascita, e copula e morte. E se tiri le somme tutto qui:
Nascita, e copula e morte.
lo son nato, e una volta abbastanza.
Tu non ricordi certo, ma io s,
Una volta abbastanza.
CANZONE DI WAUCI-IOPE E HORSFALL
SWARTS COME TAMBO. SNOW COME BONES
Sotto il bamb
Bamb bamb
Sotto l'albero di bamb
Vivon due come un
Vive un come due
Vivon due come tre
Sotto il bam
Sotto il bu
Sotto l'albero di bamb.

Dove il frutto del pan cade gi
E ti chiama il pinguin di laggi
E il suono il suono del mare
Sotto il bam Sotto il bu
Sotto l'albero di bamb.

L dove le ragazze di Gauguin
Se ne stanno nell'ombra del banyan
E drappeggi di palma san fare
Sotto il bam
Sotto il bu Sotto l'albero di bamb.

Dimmi un po' da che parte del bosco
Con me tu vorresti flirtare?
Sotto l'albero del pan, sotto la palma o il banyan
Oppur sotto il bamb ti piacerebbe andare?
Qualsiasi vecchio albero per me andr benon
Qualsiasi vecchio bosco per me buon
Qualsiasi vecchia isola pu fare al caso mio
Qualsiasi uovo fresco
Qualsiasi uovo fresco
E il suono del mar di corallo.
DORIS:      A me non piacciono l'uova; non mi son mai piaciute;
E di quest"isola di coccodrilli la vita non mi va.
CANZONE DI KLIPSTEIN E KRUMPACKER
SNOW E SWARTS COME SOPRA
O dell'isola mia ragazzetta
0 dell'isola mia ragazzetta
lo vengo per stare con te
Di preoccuparsi non c' alcuna fretta
Alcun treno da prender non v'
N se piove dovrem restar fuori
Raccoglieremo dell'ibisco i fiori
Perch non saranno minuti ma ore
Perch non saranno dell'ore ma anni
diminuendo     
E il mattino
E la sera
E il meriggio
E la notte
Il mattino
La sera
Il meriggio
La notte
DORIS:      Ma questa non vita, non vita
Perch presto prestissimo vorrei esser stecchita
SWEENEY:      Eppure questa la vita. La vita cos
DORIS:     
Come cos?
Proprio cos la vita?
SWEENEY:     
La vita morte.
Conobbi un uomo una volta che una ragazza fin...
DORIS:     Oh Signor Sweeney, la prego, non parli cos,
Prima che lei venisse alzai le carte
E la bara era l
SWARTS:     
Lei la bara scopr?
DORIS:      Come ultima carta la BARA mi venne.
Certi discorsi a me piacciono poco
Corron sempre terribili rischi le donne.
SNOW:      Lasci che il Signor Sweeney continui il suo racconto
Le assicuro, Signore, siam molto interessati.
SWEENEY:      Conobbi un uomo una volta che una ragazza fin
Chiunque pu far fuori una ragazza
Tutti quanti han bisogno, tutti quanti un d,
Devono e vogliono far fuori una ragazza.
Ebbene, la tenne in un bagno, cos,
In un gallone di lysol la tenne a bagno
SWARTS:     Simili scalmanati alla fine son sempre beccati.
SNOW:     No, scusate, non tutti alla fine si fanno beccare.
Che ne dite delle ossa trovate a Epsom Heath?
L'ho visto nei giornali
L'avete visto anche voi nei giornali
Non tutti alla fine si fan pizzicare.
DORIS:      Corre sempre terribili rischi una donna.
SNOW:     Lasci che il Signor Sweeney continui a raccontare.
SWEENEY:     E costui alla fine, non fu pizzicato
Ma questa una storia diversa.
Per un paio di mesi tir avanti cos
Non venne nessuno
E nessun se ne and
Ma lui prese il latte e l'affitto pag.
SWARTS:      Che fece, che fece?
Per tutto quel tempo che fece?
SWEENEY:      Mi chiede che fece! che fece?
Davver non il caso.
Lo chieda a chi vivo le cose che fa.
Talvolta veniva a trovarmi
Gli offrivo un goccetto e gli davo coraggio.
DORIS:     Gli dava coraggio?
DUSTY:     
Gli dava coraggo?
SWEENEY:     Va beh ma anche qui non il caso
Ho da star bene attento a parlare con voi.
Ma ecco cos' che vi stavo per dire.
Costui non riusciva a capire
Se il vivo era lui e la ragazza morta
A capir non riusciva
Se era lui il morto e la ragazza viva
Non riusciva a capire se entrambi erano vivi
0 se entrambi eran morti
Perch se lui era vivo il lattaio era morto
E l'esattore dell'affitto pure
E se eran vivi allora lui era morto.
Non c'era alcun nesso
Non c'era alcun nesso
Ch quando siete soli
Ch quando siete soli come era solo lui
Voi siete entrambi o nessuno dei due
Ma ancora vi dico che qui non il caso
Di morte o di vita o di vita o di morte
La morte la vita e la vita la morte
Ho da star bene attento a parlare con voi
Ma se capite oppure non capite
Per me non fa nulla per voi non fa nulla
Abbiam tutti da fare quel che abbiam da fare
Abbiamo solo da star qui seduti e ingollare un cicchetto
Abbiamo solo da starcene qui una canzone a ascoltare
Abbiamo solo da starcene qui abbiamo solo da andare
E qualcuno dovr anche pagare l'afftto
DORIS:     
lo so chi
SWEENEY:     Ma per me non fa nulla per voi non fa nulla.
TUTTI IN CORO: WAUCHOPE, HORSFALL, KLIPSTEIN, KRUMPACKER
Quando a met della notte siete soli e vi svegliate pieni di sudori e un orrendo terrore vi prende
Quando a mezzo del letto vi trovate soli e vi svegliate pieni di dolori come se in testa v'avessero picchiato
Avete avuto un incubo coi fiocchi ed il latte ai ginocchi vi vien.
Hu bu hu
Di' svegliarvi alle sette avevate sognato e c' nebbia e c' un umido cane ed l'alba ed scur per di pi
E aspettate d'udire picchiare ed il gran chiavistello girare perch sapete che il boia v'aspetta laggi.
E forse siete vivi
E forse siete morti
Hu ha ha
Hu ha ha
Hu
Hu
Hu
TOC TOC TOC
TOC TOC TOC
TOC
TOC
TOC


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesia anglosassone più letti

» Richard Feynman UN ATOMO NELLUNIVERSO
» Oscar Wilde E PIENO INVERNO
» Emily Dickinson MI AVVIAI DI BUON ORA...
» Emily Dickinson TOGLIETEMI TUTTO, MA LASCIATEMI LESTASI
» Samuel Beckett CASCANDO
Gli ultimi Poesia anglosassone pubblicati

» Henry Scott Holland La Morte non e niente
» Emily Dickinson MONTAGNE CARE
» Emily Dickinson TOGLIETEMI TUTTO, MA LASCIATEMI LESTASI
» John Milton IL PARADISO PERDUTO
» Emily Dickinson L' Amore
» Emily Dickinson SONO CONSAPEVOLE


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Odio e amo quel tuo essere cos amorevolmente indifferente. Odio e amo la tua inconsapevole bellezza. Odio e amo i tuoi occhi che mi disarmano. Odio e amo le tue maschere invisibili. Odio e amo sentirmi in balia di te.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9983675
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.