La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
» Più lette
» Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
» Disegni
» Sito Poesia
» In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
» Nome » E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 22, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesia dialettale centro Italia | Totali visite: 6479 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Aldo Fabrizi

CHI SARĄ STATO ?

Ho letto cento libri de cucina.
de storia, d'arte, e nun ce nč uno solo
che citi co' la Pasta er Pastarolo
che unģ pe' primo l'acqua e la farina.

Credevo fosse una creazione latina,
invece poi, m'ha detto l'orzarolo,
che l'ha portata a Roma Marco Polo
un giorno che tornava dalla Cina.

Pe' me st'affare de la Cina č strano,
chissą se fu inventata da un cinese
o la venneva lą un napoletano.

Sapessimo chi č, sia pure tardi,
bisognerebbe faje... a 'gni paese
pił monumenti a lui che a Garibardi.

TRADUZIONE



CHI SARĄ STATO ?


Ho letto cento libri di cucina,
di storia, d'arte, e non ce nč uno solo
che citi con la Pasta il Pastaiuolo
che per primo unģ l'acqua e la farina.

Credevo fusse un'opera latina,
invece poi, m'ha detto il droghiere[1] ,
che l'ha portata a Roma Marco Polo
un giorno che tornava da la Cina.

Per me questa storia della Cina č strana,
chissą se fu inventata da un cinese
o la vendeva lą un napoletano.

Se sapessimo chi č, sia pure in ritardo,
bisognerebbe fare... in ogni paese
pił monumenti a lui che a Garibardi.

[1] · L'orzaiuolo, venditore di orzo e altri cereali.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesia dialettale centro Italia più letti

» Trilussa IL TESTAMENTO DI UN ALBERO
» Aldo Fabrizi MAGNĄ E DORMĢ
» Gioacchino Belli A BONA FAMIJA
» Gabriele Tirabovi COMBA’
» Gioacchino Belli ER GIORNO DER GIUDIZZIO
Gli ultimi Poesia dialettale centro Italia pubblicati

» La stella della speranza (a Trilussa)
» Trilussa LA STATISTICA
» Trilussa LA STELLA CADENTE
» poesia
» Enrico Taddei - Diaolo me
» Enrico Taddei - Aimméno sola


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Morirą ben presto Questa tremula Alba Che ci sfiora le palpebre Riottose ad aprirsi Ecco respira pił piano Sempre pił piano Il tiepido sogno Che langue.

    Statistiche generali
» Pubblicazioni
6629
» Autori registrati
3143
» Totali visite
11728493
» Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.