La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 22, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesia dialettale centro Italia | Totali visite: 1114 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Aldo Fabrizi

LA COTTURA II

Un'antra cosa: mai bollilla stretta,
e quanno l'acqua in piena bollitura,
se butta gi e la pila se riattura
pe' f riarz er bollore in fretta in fretta.

Poi dopo un po' s'assaggia: n'anticchietta;
appena cotta, ancora bella dura,
se leva e je se ferma la cottura
coll'acqua fresca sotto la bocchetta.

Doppo girata un attimo, scolate:
quanno l'urtima gocciola vi fri
conditela de prescia e scodellate.

Si c' quarcuno attenti a controllavve: mangiate calmi, piano, da signori ,
si state soli... attenti a nun strozzavve.

TRADUZIONE

LA COTTURA


II

Un'altra cosa: mai bollirla ammassata,
e quando l'acqua in piena bollitura,
si butta gi e la pentola si ricopre
per far rialzare il bollore presto presto.

Poi dopo un po' si assaggia: ancora un poco;
appena cotta, ancora bella dura,
si toglie e se ne ferma la cottura
con l'acqua fresca sotto al rubinetto.

Dopo averla brevemente girata, scolate:
quando l'ultima goccia vien fuori
conditela rapidamente e scodellate.

Se c' qualcuno attenti a controllarvi:
mangiate calmi, piano, da signori ,
se siete soli... attenti a non soffocarvi.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesia dialettale centro Italia più letti

» Trilussa IL TESTAMENTO DI UN ALBERO
» Gioacchino Belli A BONA FAMIJA
» Aldo Fabrizi MAGN E DORM
» Gabriele Tirabovi COMBA
» Gioacchino Belli ER GIORNO DER GIUDIZZIO
Gli ultimi Poesia dialettale centro Italia pubblicati

» La stella della speranza (a Trilussa)
» Trilussa LA STATISTICA
» Trilussa LA STELLA CADENTE
» poesia
» Enrico Taddei - Diaolo me
» Enrico Taddei - Aimmno sola


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Cammino per le strade e tra i palazzi, in dei posti dove ben poco mutato, solo io sono diverso. Cammino con un senso di nostalgica tristezza. In questi luoghi ho giocato, in questi luoghi ho vissuto, qui son cresciuto, qui tante e emozioni si son succedute, in questi luoghi ho amato e odiato. Qui ritrovo la mia anima e miei ricordi nascosti.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6643
Autori registrati
3161
Totali visite
12231710
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.