La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 21, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesia dialettale centro Italia | Totali visite: 997 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
ER DUELLO DE DAVIDE

Cos' er braccio de Dio! mann un fischietto
Contr'a quer buggiarone de Gola,
Che si n'avessi avuto fantasia
Lo poteva ammazz cor un fichetto!

Eppuro, accus . Dio benedetto
Vorze mostr ppe tutta la Giudia,
Che chi divoto de Ges e Maria
Po' st cor un gigante appett'appetto.

Ar vede un pastorello co la fionna,
Strill Gola, sartanno in piede: "Oh cazzo!
Stavorta, fijo mio, l'hai fatta tonna".

Ma er fatto ann ch'er povero regazzo,
Grazzie all'anime sante e a la Madonna,
Lo fece casc gi come un pupazzo.

Roma, 9 gennaio 1833

TRADUZIONE

IL DUELLO DI DAVIDE
Cos' la mano di Dio! mandare un ragazzino
Contro quell'omone[1] di Golia,
Che se solo ne avesse avuto voglia
Avrebbe potuto ucciderlo con un buffetto![2]

Eppure cos. Dio benedetto
Volle mostrare per tutta la Giudea,
Che chi devoto a Ges e Maria
Pu competere testa a testa con un gigante.

Nel vedere un pastorello con la fionda,
Golia, saltando in piedi, grid: "Perbacco!
Stavolta, figlio mio, l'hai fatta grossa".

Ma il fatto and che il povero ragazzo,
Grazie alle anime sante e alla Madonna,
Lo fece cader gi come un pupazzo.

Roma, 9 gennaio 1833
[1] Il termine "buggiarone" pu assumere di volta in volta significati diversi, quali "persona grande e grossa", oppure "stupido", oppure "manigoldo", ecc. ma sempre con una connotazione negativa.
[2] Il "fichetto" un gesto di scherzo fatto ad un'altra persona, stringendogli il mento col pollice e il dito medio e premendogli il naso con l'indice.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesia dialettale centro Italia più letti

» Trilussa IL TESTAMENTO DI UN ALBERO
» Aldo Fabrizi MAGN E DORM
» Gioacchino Belli A BONA FAMIJA
» Gabriele Tirabovi COMBA
» Gioacchino Belli ER GIORNO DER GIUDIZZIO
Gli ultimi Poesia dialettale centro Italia pubblicati

» La stella della speranza (a Trilussa)
» Trilussa LA STATISTICA
» Trilussa LA STELLA CADENTE
» poesia
» Enrico Taddei - Diaolo me
» Enrico Taddei - Aimmno sola


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Al cristallo dell'ecanto nei cespi -ed il biacco gli scivola vicino, il tuo sospiro dura a fatica,

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9958443
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.