La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 28, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesia dialettale centro Italia | Totali visite: 7957 | Valorazione:

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
ER PADRE DE LI SANTI

Er cazzo se p d radica, ucello,
Cicio, nerbo, tortore, pennarolo,
Pezzo-de-carne, manico, cetrolo,
Asperge, cucuzzola e stennarello.

Cavicchio, canaletto e chiavistello,
Er gionco, er guercio, er mio, nerchia, pirolo,
Attaccapanni, moccolo, bruggnolo,
Inguilla, torciorecchio, e manganello.

Zeppa e batocco, cavola e tturaccio,
E maritozzo, e cannella, e ppipino,
E ssalame, e ssarciccia, e ssanguinaccio.

Poi scafa, canocchiale, arma, bambino,
Poi torzo, cresscimmano, catenaccio,
Mnnola, e mi'-fratello-piccinino.

E te lascio perzino
Ch'er mi' dottore lo chiama cotale,
Fallo, asta, verga e membro naturale.

Quer vecchio de spezziale
Dice Priapo; e la su' moje pene,
Segno per dio che nun je torna bene.

Roma, 6 dicembre 1832

IL PADRE DEI SANTI [1]
Il genitale maschile pu dirsi radice, uccello,
Uccellino, nerbo, bastone, porta-penne[2]
Pezzo-di-carne, manico, cetriolo,
Aspersorio, zucchina e mattarello.

Cavicchia, paletta[3], chiavistello,
Il giunco, il guercio, il mio, nerchia, piolo,
Attaccapanni, mozzicone [di candela], fungo4],
Anguilla, listello[5] e manganello.

Zeppa e batacchio, cavola[6] e turacciolo,
E maritozzo, e cannula, e pipino,
E salame, e salsiccia, e sanguinaccio.

Poi baccello, cannocchiale, arma, bambino,
Poi torso, cresci-in-mano, catenaccio,
Mandorla e mio-fratello-piccolino.

E ci aggiungo persino
Che il mio dottore lo chiama cotale,
Fallo, asta, verga e membro naturale.

Quel vecchio del farmacista
Dice Priapo, e sua moglie pene,
Segno, per Dio, che non le torna bene.

Roma, 6 dicembre 1832
[1] Uno dei pi famosi sonetti di Belli, il cui nome nella primitiva stesura avrebbe dovuto essere "Cinquanta nomi".
[2] Cio astuccio per le penne d'oca.
[3] Strumento usato per tirare su riso, legumi, ecc.
[4] Il "brugnolo" un tipo di fungo mangereccio.
[5] Segmento di legno per chiudere fessure, rinforzare i mobili, ecc.
[6] Rubinetto della botte, per spillarne il contenuto.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesia dialettale centro Italia più letti

» Trilussa IL TESTAMENTO DI UN ALBERO
» Gioacchino Belli A BONA FAMIJA
» Aldo Fabrizi MAGN E DORM
» Gioacchino Belli ER GIORNO DER GIUDIZZIO
» Gabriele Tirabovi COMBA
Gli ultimi Poesia dialettale centro Italia pubblicati

» Enio Orsuni NON E� L�AMORE CHE AFFATICA IL CUORE
» La stella della speranza (a Trilussa)
» Trilussa LA STATISTICA
» Trilussa LA STELLA CADENTE
» poesia
» Enrico Taddei - Diaolo me


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Relazione familiare

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6755
Autori registrati
3523
Totali visite
15170055
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2020 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e adesso curato da Manuel Pagnani.