La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 21, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesia dialettale centro Italia | Totali visite: 1057 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
ER ZAGRIFIZZIO D'ABBRAMO
I

La Bibbia, ch' una spece d'un'istoria,
Dice che ttra la prima e ssiconn'arca
Abbramo vorze f da bon patriarca
N'ojocaustico a Dio sur Montemoria.

Pij dunque un zomaro de la Marca,
Che ssenza comprimenti e ssenza boria,
Stava a pasce er trifojo e la cicoria
Davanti a casa sua come un monarca.

Poi chiam Isacco e disse: "Fa' un fascetto,
Pija er marraccio, carca er zomarello,
Chiama er garzone, infilete er corpetto,

Saluta mamma, cercheme er cappello;
E annamo via, perch Dio benedetto
V un zagrifizzio che nun pi sapello".

Roma, 16 gennaio 1833

TRADUZIONE

IL SACRIFICIO D'ABRAMO
La Bibbia, che una specie di storia,
Dice che tra la prima e la seconda arca[1]
Abramo volle fare da buon patriarca
Un olocausto a Dio sul Monte Moria.[2]

Prese dunque un asino delle Marche,
Il quale senza complimenti e senza boria,
Stava pascendo il trifoglio e la cicoria
Davanti a casa sua, come un monarca.

Poi chiam Isacco e disse: "Fai un fascetto,
Prendi il coltello, carica l'asinello,
Chiama il garzone, infilati il giubbetto,

Saluta mamma, cercami il cappello;
E andiamo via, perch Dio benedetto
Vuole un sacrificio che non ti dato di conoscere".

Roma, 16 gennaio 1833
[1] La prima arca quella di No, riferita al diluvio universale; la seconda l'arca dell'alleanza, di Mos.
[2] Monte presso Gerusalemme.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesia dialettale centro Italia più letti

» Trilussa IL TESTAMENTO DI UN ALBERO
» Aldo Fabrizi MAGN E DORM
» Gioacchino Belli A BONA FAMIJA
» Gabriele Tirabovi COMBA
» Gioacchino Belli ER GIORNO DER GIUDIZZIO
Gli ultimi Poesia dialettale centro Italia pubblicati

» La stella della speranza (a Trilussa)
» Trilussa LA STATISTICA
» Trilussa LA STELLA CADENTE
» poesia
» Enrico Taddei - Diaolo me
» Enrico Taddei - Aimmno sola


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Non devi dire nulla Basta che susserrerai il tuo nome Ed io ti apparterro'...per sempre Saro' tua anima... E quando mi guarderai Saro' timido ed infelice Incrociando le nostre mani Ti donero' cio' che sono...

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6583
Autori registrati
3110
Totali visite
10557258
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.