La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 28, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesia dialettale centro Italia | Totali visite: 1016 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
LA CANNONIZZAZZIONE

Domani se santifica a Ssan Pietro
Un zanto stato frate a Ssan Calisto,
Che ssu li santi po' pport lo scetro
E ha ffatto ppi miracoli de Cristo.

Tra l'antri, a un ceco, ducent'anni addietro,
Che accattava oggni giorno a Pponte Sisto,
Lui je messe un ber par d'occhi de vetro,
E da quer giorn'impoi ci ssempre visto.

'Na donna senza gamma de man manca
Se maggn la su' effiggia in ner pancotto,
E in men d'un ette je spunt la cianca.

A un'antra donna j'apparze in cantina,
E je diede tre nummeri p'er lotto:
Lei giuc er terno, e vinze una cinquina.

Roma, 9 gennaio 1833

LA CANONIZZAZIONE
Domani si santifica in San Pietro
Un santo che fu frate a San Callisto[1]
Che fra i santi pu portare lo scettro[2]
E ha fatto pi miracoli di Cristo.

Fra gli altri, duecento anni addietro, a un cieco
Il quale mendicava a Ponte Sisto,
Egli mise un bel paio d'occhi di vetro,
E da quel giorno in poi ha sempre visto.

Una donna senza gamba sinistra
Si mangi la sua effige nel pancotto,
E in men che non si dica[3] le spunt la gamba.

A un'altra donna apparve in cantina,
E le diede tre numeri per il lotto:
Lei gioc il terno, e vinse una cinquina[4].

Roma, 9 gennaio 1833
[1] Chiesa nel quartiere di Trastevere.
[2] Cio uno dei santi pi importanti.
[3] L'espressione "un et" equivale a "un nulla": l'ho mancato d'un ette per l'ho mancato per un pelo, ecc.
[4] Evento davvero prodigioso: giocare tre numeri ed indovinarne cinque!


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesia dialettale centro Italia più letti

» Trilussa IL TESTAMENTO DI UN ALBERO
» Aldo Fabrizi MAGN E DORM
» Gioacchino Belli A BONA FAMIJA
» Gabriele Tirabovi COMBA
» Gioacchino Belli ER GIORNO DER GIUDIZZIO
Gli ultimi Poesia dialettale centro Italia pubblicati

» La stella della speranza (a Trilussa)
» Trilussa LA STATISTICA
» Trilussa LA STELLA CADENTE
» poesia
» Enrico Taddei - Diaolo me
» Enrico Taddei - Aimmno sola


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Allora si fece avanti un muratore e disse: Parlaci della Casa. E lui rispose dicendo: Costruite con l'immaginazione una capanna nel deserto, prima di costruire una casa entro le mura della citt: poich come voi rincasate al crepuscolo, altrettanto fa il nomade che in voi, sempre esule e solo.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9965658
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.