La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 18, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesia dialettale centro Italia | Totali visite: 1520 | Valorazione:

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Luca Ricci
LA BIADINA

Lo dicevin ch' a Lucca s'ra strinti
ma 'na 'osa 'os un l'ho ma' sentuta
Andide ar bre a fssi 'na bevuta
Ar banco, vell'ometto assai tirato
mescva ' ssu' lliquri ne' bbicchieri
specialit di Lucca d'artroieri
da 'ngoll, veroddo, tutto d'un fiato
Ma 'nvece di lavanni la stoviglia
"Che un s'abbi a prde nenco 'na goccina!"
la riscolava subbito 'n bottiglia
E danni ggi e danni pur dimani
empiva li scaffali gi 'n cantina
di mescolanse da' ssapori strani
e fu di l cche vinse la Biadina1
La ricetta la tinghin stretta stretta
Vi dio 'na 'osa allor che vi 'onsoli:
bbna se si beve co' ppinoli





1 "Giovanbattista Landucci, conosciuto da tutti come "Tista", acquist il fondo in piazza S. Michele a fine '800 ed apr una bottega che da una parte faceva la mescita di liquori e vini, e dall'altra vendeva corde, cotoni, canapa, vegetale ed altro. Le donne di allora, venute dalla campagna per acquistare filati e arredi, dopo alcune ore di cammino si ristoravano ai tavolini o sedendo sulla panca che ancora si pu ammirare all'entrata. "Tista", in linea col carattere lucchese, parsimonioso e mercantile, aveva una ciotolina, conservata tutt'oggi all'interno del bancone, dove raccoglieva gli scoli delle bottiglie. Con questa mescolanza invent la famosa "Biadina", la cui ricetta originaria rimasta un segreto che "Tista" non ha mai rilevato a nessuno. La licenza di mescita, tra le pi antiche dello Stato Italiano (risale al 1870) era particolare perch sotto una sola voce raccoglieva tre generi diversi: drogheria, liquori e filati." Guglielmo Lera, Antiche botteghe di Lucca, Publilucca Editore, Lucca 1990, p.40.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesia dialettale centro Italia più letti

» Trilussa IL TESTAMENTO DI UN ALBERO
» Aldo Fabrizi MAGN E DORM
» Gioacchino Belli A BONA FAMIJA
» Gabriele Tirabovi COMBA
» Gioacchino Belli ER GIORNO DER GIUDIZZIO
Gli ultimi Poesia dialettale centro Italia pubblicati

» La stella della speranza (a Trilussa)
» Trilussa LA STATISTICA
» Trilussa LA STELLA CADENTE
» poesia
» Enrico Taddei - Diaolo me
» Enrico Taddei - Aimmno sola


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Come si dovrebbe vivere

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9980964
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.