La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: gennaio 11, 2016 | Da: francogobbo13
Categoria: Poesia dialettale italiana | Totali visite: 989 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
francogobbo13
poesie quasi tutte in dialetto veneto
Sensa pensieri

Quando Marin co a bici ndava a strasse e ossi
e se sentiva e rane cantare xo pai fossi

a vita jera pi semplice, sensa tanti pensieri:
i tosati xogava e chealtri fea i mestieri,

e anca no ghe jera tanti griji pa a testa,
e a domenega tuti quanti poea far festa.

El prete me spetava tuti quanti in cesa
e no se ndea pai negossi a fare a spesa,

e botteghe dapartuto e jera sarae,
jera verte soeo e ostarie e i xoghi de bae.

Xe vero che na volta a vita jera pi dura
ma se a ciapava coss sensa tanta paura:

sapar soturco e catar panoce col saco
e po farse e ciche coi scartossi e tabaco;

tajare a spagna a matina pena tacava far ciaro
e verso sera co forca e resto farla s a maro;

btare a falsa sentai par tera soto na piantara
e so a sporta de paja el fiasco de moro co a formajea;

soto el soe tajare e batar formento
no jera proprio on divertimento

vendemare ua, col sesto l davissin
e pestarla coi pi, pa fare on giosso de vin

far basso riva par metare sol fogo qualche sbrega,
tajare e rame co a corteassa ma el tronco co manara e sega;

cavar fosso col vangheto e butar su tarasso
e ogni tanto coi pi fracarlo sempre pi basso.

netre a staea, e fareghe leto ae vache
co a paia e cane, parch no e se mache

Na sodisfassion dopo ver lavor e fato ben a staea:
de partir sincero in ostaria e tornar casa in baea.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesia dialettale italiana più letti

» Biografia Salvatore Sini soprannominato Badore
» Trilussa: "la lucciola"
» Vincenzo Pagano Addio mar
» SALVATORE DI GIACOMO 3 pubblicazioni nella sezione italia del sud
» Antonio Guerra Biografia
Gli ultimi Poesia dialettale italiana pubblicati

»
»
» franco sol Monfenera
» Franco I batci
» franco-sensa pensieri
» Vincenzo pagano A sciurara


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Strade bionde a togliere polvere di malinconia cammino fra la meta' nella linea del suono raccolgo il mio fiore di pulviscolo nello stomaco Rosetta

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6551
Autori registrati
3084
Totali visite
10015349
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.