La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: giugno 22, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesia italiana | Totali visite: 862 | Valorazione:

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
da Quest'ombra sul terreno

Svampato il giorno
assaporano i campi
aria di luna, mite
ospite antica a queste soglie
ove si posa
con fiato di giovenca
da alti sentieri.

Ora piegano
glauchi i canneti
al sereno respiro della terra.

Altra luce le cime -
altro suono i torrenti.

Luccicanti rigagni
per meandri di luna
trascorrono ai piedi
d'uomini curvi ad irrigare.
Antico,
scavato come la terra hanno il volto.
E passano lucciole
e voci di cani,
e la notte,
immensa,
sull'aie assonnate.

Altra luce i pensieri
sull'arco dei colli rugiadosi.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesia italiana più letti

» Roberto Benigni SE MUORE LEI
» San Francesco d' Assisi DOLCE SENTIRE
» Sant Agostino SE AMI PER LA PRIMA VOLTA
» Antonio De Curtis Toto PREGHIERA DEL CLOWN
» Anonimo IO SONO IL LUPO
Gli ultimi Poesia italiana pubblicati

» tommaso di ciaula
» Tempo che passa
» VECCHIE CASE
» STELLE
» Primavera
» Mariana-I pensieri miei...


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Dicenbre 1818 Lascia sempre vagare la fantasia, sempre altrove il piacere: E si scioglie, solo a toccarlo, dolce, Come le bolle quando la pioggia picchia; Lasciala quindi vagare, lei, lalata, Per il pensiero che davanti ancor le si stende;

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6592
Autori registrati
3118
Totali visite
10877700
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.