La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: novembre 25, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesia per bambini | Totali visite: 1476 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Esopo
Greco antico 620 a.C. circa 560 a.C. circa

IL TOPO E LA RANOCCHIA


Un dolcissimo topolino di campagna, col musetto simpatico e due occhioni scuri, vagando tutto solo per i campi, incontr un bel giorno una buffa sgraziata ranocchia. Osservandosi al principio dubbiosi, i due fecero ben presto amicizia.

"Sai, mi piacerebbe sapere come ti procuri il cibo!" Chiese quella. " Oh, b," borbott il topolino con la testa bassa "non che io sia un gran campione... anzi, faccio enorme fatica a trovare qualcosa da mettere sotto i denti" -

" Ehi!" Grid la rana "che ne diresti se andassimo insieme a caccia di cibarie? In due di sicuro avremmo pi fortuna! Potremmo legarci con una catena l'un all'altro cos da essere sicuri di non perderci! " Il topolino rimase un istante a riflettere, quindi disse: " Mi sembra una buona idea!" E cos fecero. Legati insieme i due si diedero da fare per cercare del cibo e bisogna dire che ne trovarono proprio tanto! Quando, alla fine della giornata furono veramente sazi, si in camminarono verso casa. Ancora incatenati, giunsero allo stagno della ranocchia e questa, senza pensarci due volte, si tuff decisa nell'acqua trascinandosi dietro il povero topino che, non sapendo nuotare si mise a urlare e cominci a dibattersi per non annegare.

Un nibbio, osservando dal cielo tutto quel trambusto e vedendo il povero topo ormai privo di sensi pens di aver trovato un buon bocconcino. Si precipit allora sullo stagno e afferr con gli artigli il corpo del topino al quale era legata anche la ranocchia. Risvegliato dalle grida della rana, il topolino inizi, coi suoi dentini aguzzi, a morsicare le zampe del volatile il quale apr gli artigli per il male e li lasci ricadere.

I due toccarono il suolo senza farsi male ma decisero subito di togliersi quella catena che gli aveva procurato tanti guai!



Quando si decide di legarsi a qualcuno con un vincolo d 'amore o di amicizia bisogna ricordare che ogni persona ha esigenze diverse dall'altra ed necessario, per quanto possibile assecondare i desideri di entrambi i componenti la coppia.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesia per bambini più letti

» Gianni Rodari PROMEMORIA
» Gianni Rodari IL CIELO E DI TUTTI
» Jean de La Fontaine LAIRONE
» Poesie Per Bimbi CAVALLINO ARR ARR
» Diego Valeri IL CAMPANELLINO
Gli ultimi Poesia per bambini pubblicati

» Vincenzo Pagano I bambini
» Diego Valeri IL CAMPANELLINO
» Jean de La Fontaine LAIRONE
» Luigi Sailer LA VISPA TERESA
» Hans Christian Andersen LA PICCOLA FIAMMIFERAIA
» Gianni Rodari IL CIELO E DI TUTTI


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Quando ascolto questa musica comprendo che nel intimo profondo di noi esseri umani, qualcosa di divino e' presente, e' in quel aureo luogo,

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6639
Autori registrati
3147
Totali visite
11898019
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.