La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: novembre 11, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesia per bambini | Totali visite: 1221 | Valorazione:

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Rudyard Kipling
LA GOBBA DEL CAMMELLO

Nel principio degli anni, quando il mondo era ancora nuovo, nuovo, e gli animali cominciavano appena a lavorare per l'Uomo, vi era un Cammello, che viveva in mezzo a un gran deserto, perch non voleva lavorare; un Cammello che, straordinariamente pigro, mangiava piuttosto stecchi e spine e tamarischi e bacche ed erbacce; e quando qualcuno gli faceva qualche osservazione, rispondeva "Ob!" con disprezzo, che voleva dire "ohib!"
Proprio: "Ob!" e niente altro.
Ora il Cavallo and da lui, un lunedi mattina, con una sella sul dorso e un morso in bocca, e gli disse:
Cammello, o Cammello, esci e trotta come facciamo noi.
Ob! - rispose il Cammello. E il Cavallo and via a raccontarlo all'Uomo.
And poi da lui il Cane, con una mazza in bocca, e gli disse:
Cammello, o Cammello, vieni a cacciare e a portare in bocca come faccio io.
Ob! - brontol il Cammello. E il Cane and via a raccontarlo all'Uomo.
And poi da lui il Bue, col giogo sul collo e gli disse:
Cammello, o Cammello, vieni ad arare come faccio io.
Ob! - rispose il Cammello. E il Bue and via a raccontarlo all'Uomo.
Alla fine del giorno, l'Uomo chiam il Cavallo, e il Cane e il Bue insieme e disse loro:
Mi dispiace per voi tre (col mondo ancora cos nuovo); ma quell'Ob nel deserto non sa lavorare; se no, ora sarebbe qui. Cosi io sto per lasciarlo solo, e voi dovrete lavorare il doppio per far quello che non fa lui.
Allora i tre si adirarono molto (ch il mondo era allora cosi nuovo) e tennero una conferenza sul confine del deserto, alla quale anche il Cammello intervenne, ruminando tamarischi, incredibilmente pigro; e deridendo gli adunati, disse: "Ob!" e scapp. Ora venne il Genio, l'incaricato di tutti i deserti, rotolando in una nuvola di polvere (i Genii viaggiano sempre a quel modo, per incantesimo) e si ferm a discutere coi tre.
Genio di tutti i deserti - disse il Cavallo, - ha qualcuno il diritto di essere pigro, col mondo ancora nuovo cos?
Certamente no - rispose il Genio.
Ebbene - soggiunse il Cavallo, - v' un tale in mezzo al deserto, col collo lungo e le gambe lunghe, che non ha fatto il bench minimo lavoro da lunedi mattina in poi. Egli non vuole trottare.
Ah! - esclam il Genio fischiando. - E che dice?
Lui dice "Ob" - rispose il Cane - e non vuole n cacciare n portare.
E non risponde altro?
No: soltanto "Ob!"; e non vuole arare - disse il Bue.
Benissimo - concluse il Genio. - Se avete la pazienza di aspettare un minuto, vedrete che cosa gli toccher. Metter la gobba!
Il Genio si avvolse nel suo mantello di polvere, e presa la giusta direzione attraverso il deserto, trov il Cammello incredibilmente pigro, occupato a guardar la sua immagine in una pozza d'acqua.
O lungo e gorgogliante amico - gli disse il Genio, - perch non vuoi lavorare in un mondo ancora cosi nuovo?
Ob! rispose il Cammello.
Il Genio sedette in terra, col mento nella mano, e cominci a pensare a un grande incantesimo, mentre il Cammello continuava a guardare la propria immagine nella pozza d'acqua.
Tu hai dato ai tre un lavoro maggiore da lunedi mattina in poi, a cagione della tua incredibile pigrizia - disse il Genio; e continu a pensare all'incantesimo col mento nella mano.
Ob! - brontol il Cammello.
Se fossi in te, non lo direi un'altra volta - disse il Genio. - Caro mio, bisogna che tu lavori. - E il Cammello rispose: - Ob! - Ma l'aveva detto appena, che la schiena, della quale andava cosi orgoglioso, cominci a gonfiarsi e a diventare una gobba mostruosa. -     Vedi questa? - disse il Genio. - E il tuo stesso "Ob" e te la sei fabbricata con la pigrizia. Oggi giovedi, e tu non lavori da lunedi, cio da quando il lavoro incominciato. Ora va' a lavorare.
Come posso andarci - disse il Cammello - con questo "Ob" sulla schiena?
Anzi, con codesto "Ob" - disse il Genio - tu puoi lavorare ora per tre giorni senza mangiare, perch ti nutri del tuo "Ob"; e non dire che io non abbia fatto nulla per te. Esci dal deserto e va' dai tre, e comprtati da galantuomo. E di' "Ob" a te stesso. - Il Cammello disse: "Ob" a se stesso, e si mosse per raggiungere i tre. Da quel giorno il Cammello porta sempre l'"Ob" (noi lo chiamiamo gobba); e non s' rifatto mai dei tre giorni perduti nel principio del mondo; e ancora non ha imparato a comportarsi come si conviene.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesia per bambini più letti

» Gianni Rodari PROMEMORIA
» Gianni Rodari IL CIELO E DI TUTTI
» Jean de La Fontaine LAIRONE
» Poesie Per Bimbi CAVALLINO ARR ARR
» Diego Valeri IL CAMPANELLINO
Gli ultimi Poesia per bambini pubblicati

» Vincenzo Pagano I bambini
» Diego Valeri IL CAMPANELLINO
» Jean de La Fontaine LAIRONE
» Luigi Sailer LA VISPA TERESA
» Hans Christian Andersen LA PICCOLA FIAMMIFERAIA
» Gianni Rodari IL CIELO E DI TUTTI


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
4 Spesso non s'incontra la Cioriaria, da una rondine non l'hai intesa. lodare, dalla rocca non l'hai vista a Paliano e per le acque del Cosa non sei passato,

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9986682
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.