La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
» Più lette
» Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
» Disegni
» Sito Poesia
» In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
» Nome » E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: aprile 22, 2014 | Da: Redazione
Categoria: Poesia spagnola | Totali visite: 8875 | Valorazione:

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Gabriel Garcia Marquez

CAPITA…

Capita che sfiori la vita di qualcuno,
ti innamori
e decidi che la cosa più importante è toccarlo, viverlo,
convivere le malinconie e le inquietudini,
arrivare a riconoscersi
nello sguardo dell’altro,
sentire che non ne puoi più fare a meno…
e cosa importa se per avere tutto questo
devi aspettare cinquantatré anni sette mesi e undici giorni
notti comprese?


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesia spagnola più letti

» Pablo Neruda ODE ALL’ATOMO
» F. García Lorca NOTTE D’ESTATE
» Federico García Lorca AGOSTO
» Pablo Neruda PRIMA D’AMARTI
» Federico García Lorca BALLATA DELLA LUNA, LUNA
Gli ultimi Poesia spagnola pubblicati

» Gabriel Garcia Marquez CAPITA…
» Octavio Paz ASCOLTAMI
» Amado Nervo IN PACE
» Facundo Cabral FELICITA'
» Jorge Luis Borges ELOGIO DELL’OMBRA
» Federico Garcia Lorca NARCISO


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
La musica riempie lo spazio, gente che canta unita la stessa canzone, luci che, [inseguendosi si raggiungono e diffondono, unite nello stesso spazio [e nello stesso tempo. Io canto con la mente che pensa a lei con lo sguardo, il mio sguardo che, [furtivo ruba momenti delle sue emozioni. "Ricordati di me" echeggia cantata da tutti, mi volto e vedo i suoi occhi brillare [come piccole stelle, canta ma forse è triste e rapisco una piccola [dolce lacrima che lentamente le scivola sul viso. Com'è bella! Quell'istante è come una foto scattata fissa nella mia mente, capisco forse tutto. La musica coinvolge gli animi e lei piange, piange per qualcuno, piange per [nostalgia, ma non piange per me. Un attimo e capisco tutto: non potrà mai essere mia.

    Statistiche generali
» Pubblicazioni
6751
» Autori registrati
3206
» Totali visite
14463544
» Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.