La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: settembre 09, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesia spagnola | Totali visite: 1684 | Valorazione:

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Jorge Luis Borges

ISTANTI

Se io potessi vivere un'altra volta la mia vita
nella prossima cercherei di fare pi errori
non cercherei di essere tanto perfetto,
mi negherei di pi,
sarei meno serio di quanto sono stato,
difatti prenderei pochissime cose sul serio.
Sarei meno igienico,
correrei pi rischi,
farei pi viaggi,
guarderei pi tramonti,
salirei pi montagne,
nuoterei pi fiumi,
andrei in pi posti dove mai sono andato,
mangerei pi gelati e meno fave,
avrei pi problemi reali e meno immaginari.
Io sono stato una di quelle persone che ha vissuto sensatamente
e precisamente ogni minuto della sua vita;
certo che ho avuto momenti di gioia
ma se potessi tornare indietro cercherei di avere soltanto buoni momenti.
Nel caso non lo sappiate, di quello fatta la vita,
solo di momenti; non ti perdere l'oggi.
Io ero uno di quelli che mai andava in nessun posto senza un termometro,
una borsa d'acqua calda, un ombrello e un paracadute;
se potessi vivere di nuovo comincerei ad andare scalzo all'inizio della primavera
e continuerei cos fino alla fine dell'autunno.
Farei pi giri nella carrozzella,
guarderei pi albe e giocherei di pi con i bambini,
se avessi un'altra volta la vita davanti.
Ma guardate, ho 85 anni e so che sto morendo.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesia spagnola più letti

» Pablo Neruda ODE ALLATOMO
» F. Garca Lorca NOTTE DESTATE
» Federico Garca Lorca AGOSTO
» Pablo Neruda PRIMA DAMARTI
» Jorge Luis Borges ELOGIO DELLOMBRA
Gli ultimi Poesia spagnola pubblicati

» Gabriel Garcia Marquez CAPITA
» Octavio Paz ASCOLTAMI
» Amado Nervo IN PACE
» Facundo Cabral FELICITA'
» Jorge Luis Borges ELOGIO DELLOMBRA
» Federico Garcia Lorca NARCISO


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
IL TRASLOCO DI VACERRA Ahi, Vacerra, grande vituperio delle calende di luglio, t'ho veduto, ho visto i tuoi miseri bagagli che non sono stati trattenuti in cambio di due anni di pigione! Li portava tua moglie che sul capo

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9975503
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.