La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: agosto 17, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie del 900 | Totali visite: 968 | Valorazione:

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
A un'Amica Lontana

Che gioia guardarti, Angelo Biondo,
brillii lucevano, sul tuo limpido volto,
in occhi di giada, in pace col mondo.

Che bello parlarti, gradevole fiore,
dei Poeti ogni Verso ti pareva rivolto,
giacch infondevi fragranze d'amore.

Al tuo fianco saggiai un sentore divino,
a te confessai i miei celati segreti,
mentre ignara, tu eri, del rio Destino
che rapita t'avrebbe negli anni pi lieti
incupendo il tuo sguardo, ancora fanciulla,
esiliando i tuoi sogni in un orrido Nulla.

brutta un'estate se ha colori slavati,
e triste il saper che mai pi raggeranno,
cos aspro il ricordo dei giorni passati
se si deve accettar che non torneranno.

Che vuoto nell'anima, amica smarrita!
Che fredda la notte, farfallina avvizzita!
Che rabbia, nel cuor, nel vederti tradita
da Colei che amasti di pi... dalla Vita.
(Davide Vaccino)


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie del 900 più letti

» Gabriele D'Annunzio - La pioggia nel pineto
» Eugenio Montale - Meriggiare pallido e assorto
» Eugenio Montale - Ossi di seppia - Meriggiare
» Primo Levi - Se questo un uomo
» Giuseppe Ungaretti - GIORNO PER GIORNO
Gli ultimi Poesie del 900 pubblicati

» Greco Cosimo- L'ultima sera
» tommaso di ciaula
» Caruso Asistide -Frammento
» Aristide Caruso - Padri e figli
» Aristide Caruso - Ad uno che non c pi
» Caruso Aristide - Ferragosto diverso


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
QUANDO rimanevo tra il mucchio de' miei tesori, mi sentivo simile al verme che nel buio nudresi del frutto ov' nato. lo lascio questa fradicia carcere. Non amo frequentar ruderi muscosi,

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9998727
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.