La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: giugno 22, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie del 900 | Totali visite: 1082 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Laudata sia la spica nel meriggio!
Ella s'inclina al Sole che la cuoce,
verso la terra onde umida erba nacque;
s'inclina e pi s'incliner domane
verso la terra ove sar colcata
col gioglio ch' il malvagio suo fratello,
con la vena selvaggia
col cano cilestro
col papavero ardente
cui l'uom non semin, in un mannello.

E' di tal purit che pare immune,
sol nata perch l'occhio uman la miri;
di s bella ordinanza che par forte.
Le sue granella sono ripartite
con la bella ordinanza che c'insegna
il velo della nostra madre Vesta.
Tre son per banda alterne;
minore il granel medio;
ciascuno ha la sua pula;
d'una squammetta nasce la sua resta.

Matura anco non . Verde la resta
dove ha il suo nascimento dalla squamma,
per tutt'oro ha la pungente cima.
E verdi lembi ha la gi secca spoglia
ove il granello a poco a poco indura
ed assume il color della focaia.
E verdeggia il fistuco
di pallido verdore
ma la stpula bionda.
S'odon le bestie rassodare l'aia.

Dice il veglio: "N luoghi maremmani
gi gli uomini cominciano segare.
E in alcuna contrada hanno abbicato.
Tu non comincerai, se tu non veda
tutto il popolo eguale della msse
egualmente risplender di rossore".
E la spica s'arrossa.
Brilla il fil della falce,
negreggia il rimanente,
di stoppia incenerita il suo colore.

E prima la sudata mano e poi
il ferro sentirnel suo fistuco
la spica; e in lei saran le sue granella,
in lei sarla candida farina
che la pasta far molto tegnente
e far pane che molto ricresce.
Ma la vena selvaggia
ma il cano cilestro
ma il papavero ardente
con lei cadranno, ahi, vani su le secce.

E la vena pilosa, or quasi bianca,
tutta lume e levit di grazia;
e il cano rassembra santamente
gli occhi cesii di Palla madre nostra;
e il papavero come il giovenile
sangue che per ispada spiccia forte;
e tutti sono belli
belli sono e felici
e nel giorno innocenti;
e l'uom non si dorr di loro sorte.

E saranno calpesti e della dolce
suora, che tanto amarono vicina,
che sonar per le reste quasi esigua
ctara al vento udirono, disgiunti;
e sparsi moriran senza compianto
perch non danno il pane che nutrica.
Ma la vena selvaggia
e il cano cilestro
e il papavero ardente
laudati sien da noi come la spica!

(Romena, 25 luglio 1902)


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie del 900 più letti

» Gabriele D'Annunzio - La pioggia nel pineto
» Eugenio Montale - Meriggiare pallido e assorto
» Eugenio Montale - Ossi di seppia - Meriggiare
» Primo Levi - Se questo un uomo
» Giuseppe Ungaretti - GIORNO PER GIORNO
Gli ultimi Poesie del 900 pubblicati

» Greco Cosimo- L'ultima sera
» tommaso di ciaula
» Caruso Asistide -Frammento
» Aristide Caruso - Padri e figli
» Aristide Caruso - Ad uno che non c pi
» Caruso Aristide - Ferragosto diverso


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Avevi speso per comprar la casa duecento mila sesterzi, Tongiliano. Ora l'ha distrutta un accidente che in Roma capita sovente. La colletta t'han fatto d'un milione

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9958429
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.