La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
» Più lette
» Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
» Disegni
» Sito Poesia
» In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
» Nome » E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: giugno 22, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie del 900 | Totali visite: 11463 | Valorazione:

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Il più grande sito italiano di poesie e racconti. La casa della poesia non avrà mai porte.
Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
Voi che tovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:

Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì o per un no.
Considerate se questa è una donna,
Senza capelli e senza nome
Senza più forza di ricordare
Vuoti gli occhi e freddo il grembo
Come una rana d'inverno.

Meditate che questo è stato:
Vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa andando per via,
Coricandovi alzandovi;
Ripetetelele ai vostri figli.

O vi si sfaccia la casa,
La malattia vi impedisca,
I vostri nati torcano il viso da voi.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie del 900 più letti

Gabriele D'Annunzio - La pioggia nel pineto
Eugenio Montale - Meriggiare pallido e assorto
Eugenio Montale - Ossi di seppia - Meriggiare
Primo Levi - Se questo è un uomo
Eugenio Montale - Ossi di seppia - Portami il girasole
Gli ultimi Poesie del 900 pubblicati

Franco Battiato L’OMBRA DELLA LUCE
Mogol I GIARDINI DI MARZO
Salvatore Quasimodo S'ODE ANCORA IL MARE
Salvatore Quasimodo GIA' LA PIOGGIA E' CON NOI
Gabriele D’Annunzio STRINGITI A ME
Gabriele D’Annunzio LA BOCCUCCIA


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Si alza il sole su questo lembo di terra, dove tu, uomo contadino, cammini con passi sicuri Da sotto il cappello i tuoi occhi vivi e stanchi guardano la vita ormai consumata E il tuo cuore invecchiato sente il peso della zappa tra le mani sporche e forti logorate dal lavoro

    Statistiche generali
» Pubblicazioni
5648
» Autori registrati
225
» Totali visite
1389652
» Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.