La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: gennaio 26, 2014 | Da: Redazione
Categoria: Poesie di Fernando Pessoa | Totali visite: 1656 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Fernando Pessoa

NUVOLE

Nuvole, oggi sono consapevole del cielo, poich ci sono giorni in cui non lo guardo ma solo lo sento, vivendo nella citt senza vivere nella natura in cui la citt inclusa.
Nuvole... Sono loro oggi la principale realt, e mi preoccupano come se il velarsi del cielo fosse uno dei grandi pericoli del mio destino.
Nuvole... Corrono dall'imboccatura del fiume verso il Castello; da Occidente verso Oriente, in un tumultuare sparso e scarno, a volte bianche se vanno stracciate all'avanguardia di chiss che cosa; altre volte mezze nere, se lente, tardano ad essere spazzate via dal vento sibilante; infine nere di un bianco sporco se, quasi volessero restare, oscurano pi col movimento che con l'ombra i falsi punti di fuga che le vie aprono fra le linee chiuse dei caseggiati.
Nuvole... Esisto senza che io lo sappia e morir senza che io lo voglia. Sono l'intervallo fra ci che sono e ci che non sono, fra quanto sogno di essere e quanto la vita mi ha fatto essere, la media astratta e carnale fra cose che non sono niente pi il niente di me stesso.
Nuvole... Che inquietudine se sento, che disagio se penso, che inutilit se voglio!
Nuvole... Continuano a passare,alcune cos enormi ( poich le case non lasciano misurare la loro esatta dimensione ) che paiono occupare il cielo intero; altre di incerte dimensioni, come se fossero due che si sono accoppiate o una sola che si sta rompendo in due, a casaccio, nell'aria alta contro il cielo stanco; altre ancora piccole, simili a giocattoli di forme poderose, palle irregolari di un gioco assurdo, da parte, in un grande isolamento fredde.
Nuvole... Mi interrogo e mi disconosco. Non ho mai fatto niente di utile n faro niente di giustificabile. Quella parte della mia vita che non ho dissipato a interpretare confusamente nessuna cosa, l'ho spesa a dedicare versi prosastici alle intrasmissibili sensazioni con le quali rendo mio l'universo sconosciuto. Sono stanco di me oggettivamente e soggettivamente. Sono stanco di tutto e del tutto di tutto.
Nuvole... Esse sono tutto,crolli dell'altezza, uniche cose oggi reali fra la nulla terra e il cielo inesistente; brandelli indescrivibili del tedio che loro attribuisco: nebbia condensata in minacce incolori; fiocchi di cotone sporco di un ospedale senza pareti.
Nuvole... Sono come me un passaggio figurato tra cielo e terra, in bala di un impulso invisibile, temporalesche o silenziose, che rallegrano per la bianchezza o rattristano per l'oscurit, finzioni dell'intervallo e del discammino, lontane dal rumore della terra, lontane dal silenzio del cielo.
Nuvole... Continuano a passare, continuano ancora a passare, passeranno sempre continuamente, in una sfilza discontinua di matasse opache, come il prolungamento diffuso di un falso cielo disfatto.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie di Fernando Pessoa più letti

» Fernando Pessoa SE IO
» Fernando Pessoa - Il violinista pazzo
» Fernando Pessoa - Autopsicografia
» Fernando Pessoa L'ALTROVE
» Fernando Pessoa - Licantropia
Gli ultimi Poesie di Fernando Pessoa pubblicati

» Fernando Pessoa MAGNIFICAT
» Fernando Pessoa NULLA
» Fernando Pessoa ORIZZONTE
» Fernando Pessoa SE IO
» Fernando Pessoa NESSUNO, ASSOLUTAMENTE NESSUNO
» Fernando Pessoa L'ALTROVE


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
ti sei vorace nutrita - dissetata dall offerente orto del mio corpo dalle sue vivificanti per te acque ti sei approfumata - tutta riposata nel vivido giardino del mio spirito tra i suoi variosplendenti fiori

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6525
Autori registrati
3071
Totali visite
9680651
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.