La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: febbraio 03, 2014 | Da: Redazione
Categoria: Poesie di Walt Whitman | Totali visite: 3430 | Valorazione:

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Walt Whitman New York 31/05/1819 26/03/1892, New Jersey

SULLA SPIAGGIA DI NOTTE

Sulla spiaggia di notte
sta una bambina con suo padre
guardando lest, il cielo autunnale.
Attraverso loscurit,
mentre depredanti nuvole, funeree nuvole,
in nere masse sgorgando,
pi basse cupe e veloci di traverso al cielo,
in mezzo a una trasparente chiara cintura di etere
lasciata libera a oriente,
ascende vasto e calmo Giove, signore degli astri,
e vicino a lui, solo poco pi in alto,
nuotano le delicate sorelle, le Pleiadi.
Sulla spiaggia la bambina che tiene la mano del padre,
quelle nuvole funeree che si abbassano vittoriose per
divorare tutto,
guardando piange in silenzio.
Non piangere, bambina,
non piangere, mia cara,
con questi baci chio allontani le tue lacrime,
le nuvole depredanti non saranno pi a lungo vittoriose,
non avranno a lungo il possesso del cielo, divorano le
stelle soltanto in apparenza,
Giove riemerger, sii paziente, guarda ancora unaltra
notte, le Pleiadi emergeranno,
sono immortali, tutte quelle stelle dorate e inargentate
brilleranno ancora,
le stelle grandi e le piccole brilleranno ancora, durano,
i vasti soli immortali e le eterne, riflessive lune
brilleranno ancora.
Allora mia cara piangerai tu sola per Giove?
consideri tu sola la sepoltura delle stelle?
Qualcosa c,
(con le mie labbra calmandoti, io aggiungo in un
sussurro, ti do il primo consiglio, il primo inganno,)
qualcosa c di pi immortale anche delle stelle,
(molte le sepolture, molti i giorni e le notti che passano e
svaniscono)
qualcosa che durer pi a lungo anche del luminoso
Giove,
pi a lungo del sole e di ogni ruotante satellite,
o delle irradianti sorelle, le Pleiadi.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie di Walt Whitman più letti

» Walt Whitman O CAPITANO! MIO CAPITANO!
» Walt Whitman ORA CHE IL TEMPO E VICINO
» Walt Whitman VIVERE CON GLI ANIMALI
» Walt Whitman LA VOCE DELLA PIOGGIA
» Walt Whitman UN CANTO DI GIOIE
Gli ultimi Poesie di Walt Whitman pubblicati

» Walt Whitman NOI DUE RAGAZZI CHE STRETTI CI AVVINGHIAMO
» Walt Whitman SULLA SPIAGGIA DI NOTTE
» Walt Whitman UN CANTO DI GIOIE
» Walt Whitman LA VOCE DELLA PIOGGIA
» Walt Whitman AD UNO SCONOSCIUTO
» Walt Whitman VIVERE CON GLI ANIMALI


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Poemi di una poetessa siriana tradotti dall'arabo

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6527
Autori registrati
3076
Totali visite
9716647
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.