La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: giugno 27, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 530 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Immagino
(Sognare allevia lanima ed induce a sperare)

Chiudi gli occhi e immagino,
un caminetto con una fiamma viva,
il tuo corpo nudo sdraiato accanto al mio.
Immagino le mie mani scorrere leggere sulla tua pelle,
immagino la tua schiena inarcarsi al tocco delle mie dita
lungo le tue gambe, i tuoi occhi chiudersi
e le tue labbra schiudersi nellattesa di un bacio.
Immagino la tua mano sfiorarmi, con dita sottili ed affusolate,
la nuca per attirarmi a te, le tue gambe distendersi e divaricarsi,
mentre mi adagio su di te.
Immagino di udire un gemito mentre mi sussurri di non smettere
E ancora un altro gemito pi lungo, pi sospirato,
sento le tue mani graffiarmi la schiena e stringerla
e percepisco i tuoi seni schiacciati, incollati ai miei
irrigidirsi ed emanare un calore intenso, avvolgente.
Ed immagino il tuo viso ed i tuoi occhi socchiusi
Ed un sorriso dolcissimo, un sorriso di piacere,
e mi inebrio e mi chiedi di amarti ancora,
e ti sussurro che ti amo, che ti desidero,
che vorrei restassimo cosi per leternit.
Apro gli occhi e sei davanti a me sorridente,
in una stanza con morbidi tappeti
ed un camino dove un fuoco scoppiettante
rischiara lambiente.

(a volte la realt meglio dei sogni)

Fiumicino, 14-9-2004


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Felice Pagnani IL MIO AMORE . .
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ruggiero - Passeggiata notturna il due di Novembre
» Ruggiero - Basta una Carezza
» Ruggiero - A mia Madre! L'utimo saluto
» Ruggiero - Il pianto della luna
» ocram 61 - delirio
» ocram61


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Lo dicevin ch' a Lucca s'ra strinti ma 'na 'osa 'os un l'ho ma' sentuta Andide ar bre a fssi 'na bevuta Ar banco, vell'ometto assai tirato mescva ' ssu' lliquri ne' bbicchieri specialit di Lucca d'artroieri da 'ngoll, veroddo,

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9968283
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.