La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 05, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 523 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
SIAMO SOLITUDINI
(Dedicato ai bimbi martiri di Bosnia)


Se nel pomeriggio assolato lungo viottoli campestri
tu cerchi anime di passanti come perle dischiuse
nel tempo recanti effigie di grandezza e nobilt

A mani piene ne raccoglierai fino a dire basta
Sono le anime nostre, di noi e dei bimbi che
avemmo o non avemmo mai terra improvvida

Le anime dei bimbi di Bosnia o di Cecenia
martiri infanti dalla tenerezza smisurata e lucida
Nonni e padri e figli e tutti fusi insieme nel turbine

Nella luce d'alabastro che sembrava spenta ognora
ma che potente ora rifulge e mai pi si smorzer...
nell'eterno viavai delle cose che la vita genera

Si sostengono di anima pura come diamanti belli
sparsi come il contadino sparge le semenze nella terra
e rigogliosi virgulti intrecciati verdi e profumati

Li senti e ti inebri della loro presenza sempiterna
non farteli scappare perch pi leggeri del vento sono
coglili al volo perch danzano veloci e leggeri e felici

D'una felicit potentissima e paradossale nata nel dolore
nelle case straziate di proiettili e di fuoco e di donne
violate nel loro intimo gioiello pi caro

Sbagliavate signori della guerra e dello strazio maledetti
macellai della speranza carnefici della bellezza e del vento
ma no non siete riusciti a spegnere la sete di vita e di gioia

Questi diamanti divengono sempre pi luminosi
oramai tutta la terra lustra e di luce splendida vestita
questi bimbi inviolabili anche se mille volte violati

Saranno il nostro ponte verso l'eternit di corde fatto
tutti ci saliremo ed ancora una volta sentiremo
il loro ineffabile profumo di vento di fronda e fiori


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Felice Pagnani IL MIO AMORE . .
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ruggiero - Passeggiata notturna il due di Novembre
» Ruggiero - Basta una Carezza
» Ruggiero - A mia Madre! L'utimo saluto
» Ruggiero - Il pianto della luna
» ocram 61 - delirio
» ocram61


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Io non so dove nasce la poesia. Forse dal silenzio che parla tra me e me. Quale alchimia avviene negli arcani recessi dellanima ?

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9983807
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.