La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: giugno 26, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 1178 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
La pigna e la mora


Certe volte

Come foglie al tramonto

Rosa appena recisa

Salice che ride

Trilogia celeste

Trilogia cinerina
Vorrei tanto
Troppo tardi

La pigna e la mora

Tra pieghe gi sudate il mio corpo lascia l'impronta di s: il sole velato dei lunghi pomeriggi d'estate alza coltri di soffocanti ansie.
Un gallo, non pi di due volte, canta gi lontano. Mi rigiro, cambia l'impronta, ma non il pulsare nella mia testa ...

...

Baci aperti di lingue di brividi di voglia risento, la sua carne viva di fuoco nelle mie mani tremanti, i sospiri negli occhi fra sguardi stupiti di teneri attimi di ansie sopite.

Non era bellissima e neppure la sposa-madre di trecce lunghe e sguardo di rondini, negli occhi la luna non aveva. Capelli corti neri duri, occhi di fiamma sfuggevole, corpo minuto forte, tesa pelle di mela acerba. Con passo di bambina-donna-puttana mi si fece incontro: - Hai sentito il gallo cantare? - Mi chiese succhiando tra le labbra una mora rossa. Portava una minigonna di tela di cotone con piccoli spacchi sulle cosce non lunghe, ma ambrate e tese; i suoi occhi, lampi di sole, mi scrutavano. - Facciamo quattro passi? - Timidamente chiesi raccogliendo una pigna chiusa.

L'avevo conosciuta la sera precedente ad una sagra di paese, feste campagnole, popolari: bancarelle per strada, lo zucchero filato, il tirassegno, qualche giostra, le danze in piazza... .

Prendemmo un viottolo assolato che si inerpicava sulla collina, il sole era alto. - Forza, spicciati, conosco un bel posticino - disse avanzandomi di qualche metro. Aveva un corpo acerbo, nervoso: vivo. I fianchi vibravano ad ogni passo, la sua scia, luminosa e pungente, mi intorpidiva.

Sulla collina era un castello, un maniero trasformato in villa patrizia. Della rudezza medievale erano rimaste le alte mura, il fossato, le torri possenti. La Serenissima port pace, stabilit, floridezza e le arcigne e tetre rocche vennero trasformate in gentili e viziose residenze patrizie di campagna. Il fossato riempito ora un giardino di scolpite aiuole, di fontane ridenti e sculture marmoree ammiccanti. Sotto le forti mura, verso mezzogiorno, le serre dei cedri e intorno il verdeblu di cipressi svettanti a scolorare verso la pianura.

Con un balzo l'affiancai, i respiri si fecero affannosi veloci sull'erta assolata, la coltre afosa gonfiava i polmoni come otri di capra viva. Le strinsi la mano, la pigna imbarazzata rotol, ci guardammo negli occhi con ebbrezza nuova, lei sput la mora rossa ... io cercai la sua bocca rossa.

...

Rintocchi tondi profondi mi destano, l'impronta di me svanisce, di lei un vuoto ad imbuto, l'oblio del tempo perduto, di lei una piccola pigna ora schiusa, il gusto di mora da sempre in bocca ... nient'altro, ma tanto!


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Felice Pagnani IL MIO AMORE . .
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ruggiero - Passeggiata notturna il due di Novembre
» Ruggiero - Basta una Carezza
» Ruggiero - A mia Madre! L'utimo saluto
» Ruggiero - Il pianto della luna
» ocram 61 - delirio
» ocram61


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
sonetto di collana di circa 200.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9977682
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.