La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: settembre 23, 2015 | Da: CAPOLORI
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 492 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
CAPOLORI

Sempre caro mi fu
questo cuore sconosciuto
che sopporta le pene dell'anima
che vorrebbe portarmi felice
nel nocciolo della gioia
farmi perdere il ricordo
della noia e del dolore
far rivivere tutti i miei amori
come se non ci fossimo mai lasciati
le mie passioni come mai spente,
le persone care come mai morte.
E' dura guardare avanti,
un tuffo di angoscia
riporta ad una realt pervertita,
dove l'unica salvaguardia
l'insensibilit,
la morte dell'anima
e dello sguardo amorevole.
Povero cuore senza la sua anima,
con solo la musica
come ospite fisso,
mentore luminoso,
che emana ormai vita
per nulla e per nessuno...
Molti ascoltano ma pochi
amano ancora il cuore del mondo,
il mio cuore, il nostro cuore.
Tenero amore che mi guardi sbigottita
come a chiedermi perch...
paralizzato dagli orrori del mondo
non posso rispondere,
paralizzato dalla tua bellezza,
ogni risposta la offenderebbe.
Ti guardo muto,
la musica dei miei occhi
risuona fra i tuoi capelli
adagiati sulla fronte
in una carezza senza fine
come brezza ristoratrice.
Ora volgi lentamente lo sguardo al cielo
che rispecchia il tuo vago amorevole sorriso.
Ora volgi lo sguardo alla tua verde sorella,
che ti chiama senza sosta per un abbraccio.
Ora volgi lo sguardo ai passanti e nessuno...
nessuno vuole vederti.
Il tuo sorriso si spegne lentamente,
il tuo sguardo ritorna nel mio
e mi chiede ancora... e sempre... perch.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Stessa Merda,Altro giorno
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ugo Perrotta - Supernova
» Celate in uno scrigno
» Giovanna Filizzola-Miscugli di sentimenti
» Francesco Esse - Solo
» Luna
» Davide Zocca- Cristallo


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Che tu abbia o no afferrato interamente quanto or ora ti stato detto, non respingerlo come impossibile a comprendersi. Poich in ogni riga nascosto un significato che ti compenser mille volte dello studio necessario a chiarirtelo. Questo messaggio ha lo scopo di svegliarti alla comprensione di ci che tu sei,

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6593
Autori registrati
3119
Totali visite
10921834
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.