La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: giugno 26, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 815 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
IL FIGURINAIO

Una mano bussa forte, in quella grigia via,
ad una, a cento porte, offrendo mercanzia.
"Madam', mademuaselle, vul le statuette?
guardate 'vant'n' belle, che dorci siluette!

Fan' solo sette franchi, sa..anch'io g' famiglie!
Prend' d' cicchi* bianchi, per la petitte figlie!"
"I'r prezzo assai tir', l'ho gi ridotto all'osso!
Le gesso color, Madame, meno 'un posso!

Bien... facciamo sei, ma badi, ci rimetto!
Proprio perch' lei !" E abbozza un sorisetto.
Que'r ciuffo di capelli, biondi da straniera,
que' l'occhi chiari e belli, ne'r bigio della sera,

n' fan' torn' alla mente, la donna che l'aspetta,
Coreglia, la su' gente, qu' monti, la casetta.
"Madame mers', orvu' " Ossequia ringraziando,
"C'est trs gentil toi ! " Lei risponde sorridendo.

L' guarda tristemente, la casa e la Madame
e pensa: Quella gente che ha conosciuto fame.
Sospira e s'incammina, con passo cadenzato,
e alla porta l vicina, la man' ha gi bussato.

I'r pensiero sempre assorto, alla tra sua lontana,
la vigna, i'r campo e l'orto, lasciati gi in Toscana.
"Oui dite, c'est pourquoi?" 'Na voce lo risveglia,
"Madame, scus' mu'.... sognavo di Coreglia*!"

Primo premio Concorso Nazionale di Poesia, Citt di Capannori dicembre 1998 Pubblicata sul periodico "Racconti e Poesie"
inserita nella Antologia di "Autori Lucchesi 1998/99"
inserita nella Antologia di poesie "Citt di Capannori 1999"

(il protagonista parla un francese stentato e scorretto)
*Coreglia un paesetto delle montagne lucchesi conosciuto per l'esportazione di statuette di gesso in tutto il mondo e dove si trova un museo dedicato alla Statuina di gesso.

(Cicchi = Statuetta riproducente un bambino)
(Coreglia = Paese della Garfagnana lucchese famoso per la produzione e l'esportazione di statuette di gesso (figurine) di cui ha anche un museo.
I "Figurinai" erano artigiani che a mezzo di stampi confezionavano statuette, per poi andare a venderle in tutta Europa facendo porta a porta, come i "v cumpr" di oggi.)


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Stessa Merda,Altro giorno
» Felice Pagnani - Belva
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Goccia di Ghiaccio
» Ugo Perrotta - Supernova
» Celate in uno scrigno
» Davide Zocca- Stasera...
» Davide Zocca- Prevert
» Giovanna Filizzola-Miscugli di sentimenti


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Gli errori nella vita possono esseri deflagranti decisivi per portare rapidamente alla dissoluzione

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6648
Autori registrati
3164
Totali visite
12459686
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.