La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 04, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 511 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Una retta diretta in un punto

1.

Una retta diretta in un punto
statica vetta di luce rifratta
rigiro il bicchiere di grappa
che somma il piacere di bere
all'inerte, immobile stare.


2.

L'albero si sfoglia
tronco del quaderno
giallo, i rami corti
mutano volto
si rivestono col caldo.
I paesi e i loro orti
di turisti, cariche
le piazze al sole
vuote con la febbre
che scotta settembre.


3.

Temo l'ululato dei cani
che rincorrono la luna
rimbrotti delle nubi brune
fungono lugubri allusioni.
Preme dalla terra calma
secco il vagito del perdono
culla nelle ore il verde grano
l'alito che sovrasta il palmo.
Notti fioche, lampi lesti
e famelica rievocazione
le pietre nude con i resti
tonfi per le orecchie deste
il gridio coperto, il tuono
ci colse all'ombra della festa.


4.

Imperterrito richiamo a sostenerci
dall'ignoto volgere dell'ora
ci offri e togli giorno e giorno
senza dire. Scivolano le case
nei sospiri, sono nuvole a pesare
dentro i cuori: tutto ci sorvola.


5.

I pensieri sono muschio
strofinato al muro
il bambino sradica
cortecce al tronco:
araldico presepe di dicembre.



6.
(per Felice Fischetti)

S'infrange il cuore vermiglio
garrisce la vita, il suo appiglio
riarso nel vago, il lago imbrattato
dal canto d'uccello che tocca
collima con l'acqua il suo becco.

Stordito dal fremito deraglia
il pensiero in un borgo
dal parlare volgare, le cime
pi nette di alberi alari
gli uccelli elementari volano
pi alti del sogno: schiudono
il becco al tuo gremto regno.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Felice Pagnani IL MIO AMORE . .
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ruggiero - Passeggiata notturna il due di Novembre
» Ruggiero - Basta una Carezza
» Ruggiero - A mia Madre! L'utimo saluto
» Ruggiero - Il pianto della luna
» ocram 61 - delirio
» ocram61


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Ogni azione rivolta al male disgusta anche chi la commette. Questa la prima punizione: nessun colpevole assolto dalla propria coscienza, neppure se per scellerato broglio una sentenza iniqua del pretore

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6540
Autori registrati
3080
Totali visite
9950229
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.