La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 05, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 504 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
LA MORTE MIA...!

Camminando avanti incontrai un micio,
danzante sull'erba fresca un tuka-tuka...
Io sorrisi audacemente e nell'incomprensione
Procedetti innanzi.
Ah, che stanchezza! Il tuka-tuka continuava
a rimbombare nelle mie orecchie. Din Don Dan:
suonano alla porta; "Ah! Sei tu!"
"Mmmm, e adesso cosa vuole?" Pensai.
Mi riapparse il micio di fronte agli occhi,
triste, bagnato ma sempre danzante
sull'erba fresca un tuka-tuka.
"Brr! Che freddo deve provare!" e mi ritrovai a
piangere per quel povero animale.
Miao Miao Miao... adesso, oltre al
Tuka-tuka sentivo i suoi gemiti...
E mentre piangevo presi a camminare...
Giunsi in cucina sempre udendo quel
Miagolio imperterrito che mi logorava
L'animo. Piangevo e non Pensavo,
Piangevo e non Pensavo... Aprii il
Cassetto delle posate... Piangevo e
Non Pensavo... Vidi un coltello lucente
E affilato... Piangevo e non Pensavo... il
Micio miagolava nella mia testa, bagnato
Fino al midollo, danzante, ormai sfinito,
un tuka-tuka.
Afferrai quel coltello e lo guardai... Piangevo
E non Pensavo... quel gemito mi
Logorava... E con un semplice e rapido gesto...

Ora il micio triste e bagnato non
Danzava pi sulle note del tuka-tuka...
Non gemeva pi... Il micio che mi
Aveva ucciso era morto con me...
Cos ricordo la mia triste fine..."


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Felice Pagnani IL MIO AMORE . .
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ruggiero - Passeggiata notturna il due di Novembre
» Ruggiero - Basta una Carezza
» Ruggiero - A mia Madre! L'utimo saluto
» Ruggiero - Il pianto della luna
» ocram 61 - delirio
» ocram61


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Scritta in Via Mazzini a Bisuschio (Varese) in data 07 gennaio 1982 alle ore 11

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9965535
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.