La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 04, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 1024 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Il germoglio

Il silenzio dell'Io
ogn'ora ha parlato,
inquieto oratore
delle cose lasciate.

Un manto di gelo
ha steso sull'Io,
distolto da s
nel muto sentire.

Eppur un germoglio
sepolto restato,
fremente in silenzio
per nascere ancora.

Per magico incanto
un fiore rinato,
prova vivente
dell'Io ritrovato.

Dal calore di un sole
ora infuocato,
cullato e scaldato
in un tenero abbraccio.

Il lento soffrire
un senso ha trovato,
nel lungo percorso
dal tempo tracciato.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» Stessa Merda,Altro giorno
» biancanevo - passa il tempo
» Jorges Luis Borges LAMICIZIA
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» stefano medel-nevicata
» Claudio Spinosa Quando il microfono
» Antonio Di Simone - Natura
» Francymazz215003 - Guerra per la pace
» Volo (con te Angela)
» Fernanda D'Amore - Farfalle


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
66 Chi dell'universo distinse tutte le luci e scopr il sorgere e il tramontare delle stelle, come si oscura in un lampo la fiamma del sole e in che giorni dell'anno si nascondono gli astri, come per tenero amore la luna dall'orbita tra le rupi di Latmo furtiva s'allontana; proprio quello, grazie agli dei, Conone mi vide, staccata dal capo di Berenice, brillare

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6745
Autori registrati
3201
Totali visite
14041654
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.