La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 21, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 710 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Cuori incatenati

Questa contea non ha ricordi che
Risveglino il mio corpo dalla certezza del tuo Addio
Sto leggendo un libro di un Paradiso perduto
Il libro della mia vita, sperando
In una tua carezza, in un sorriso
Hai la mia promessa impressa nella mente

Tutte le mie intenzioni erano buone
Ho provato, chiedermi il perch
Non volevo disegnare cuori nel tuo passato ma
Vivere nel tuo futuro
Sto lottando contro dei fantasmi, sono in catene
Sono buttato gi

Non avevo oggetti da donarti
Niente rose n denari
Non avrei mai pensato che fossero cos importanti
Per te
Solo le mie parole dalla mia parte, la mia coscienza e la verit
Niente eroi, non certezze
Il tuo cowboy stanco, troppi scontri ho affrontato
Troppe lacrime sul mio cammino polveroso

dura credere quando tutti sono contro di te
Quando insegui ma non puoi catturare
Quando speri, ma vivi in una dolce illusione
Quando guardi una foto sfuocata
Sto cavalcando in una tempesta di sabbia, nel buio
Non ho una bussola con me, ho perso tutto
La mia stella lontana miglia, sono solo
E la mia casa lontana

Avrei potuto invocare il tuo nome quando ero ferito
Il mio orgoglio per vinse
Attorno a me non vedevo acqua per placare la mia sete
Niente cavalli per riprendere la corsa
Solo angeli neri pronti a rapirmi
A togliermi la mia quiete

Quando arriva il momento di pagare, un uomo
Deve essere pronto a sacrificare tutto
Per quello in cui crede
E Io pagher per te

Non voglio cadere in un sonno infinito
Anche se le forze mi abbandonano
Solo il tuo profumo lascia i miei occhi
Aperti, solo per guardare te
Amore non pianger mai per le occasioni perdute
Mai canter la solitudine della tua assenza


(Testo inviato da Federica)


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Stessa Merda,Altro giorno
» Felice Pagnani - Belva
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Goccia di Ghiaccio
» Ugo Perrotta - Supernova
» Celate in uno scrigno
» Davide Zocca- Stasera...
» Davide Zocca- Prevert
» Giovanna Filizzola-Miscugli di sentimenti


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Il silenzio della meditazione

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6649
Autori registrati
3164
Totali visite
12486713
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.