La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 21, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 512 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Una piuma nel vento

Quando le parole servono solo per spezzare felicit
Sento che le brutte notizie mi assalgono
Sogni spezzati e vite lasciate in un pianto
Sconsolante
Ci si chiede perch ci accada ma io rimango
Silente
In una nuvola nera

Non mai troppo tardi per chiedere aiuto
Per liberare quella piuma nel vento che ci tiene legati
Oggi ho perso un amico ma c'
Un angelo in pi lass nel cielo
Che mi guarda e mi protegge

Sei felice di non sapere, di vivere
Nel tuo mondo, nella tua reggia color dell'oro
Quando l fuori tutto si perde
Intorno a te regna la solitudine e la malinconia
Di parole rimaste inespresse soffocate dall'indifferenza
Su quei binari maledetti
Rimango impassibile ad ascoltare questo silenzio
Di un amico che non c' pi, di una
Gioia che era e che non sar mai pi

Sono qui e mi chiedo perch, perch
Lo hai fatto, forse il peso del mondo era
Tutto
Sulle tue possenti spalle
Forse hai visto la salvezza in quel salto
Nell'abisso
Ma da soli non si pu combattere un nemico
Che non si vede

Ora sei un lampo nel cielo, una foglia mossa dalla brezza
Di primavera
Sei una luce che chiede perdono
Ma sono altri che devono chiederlo
A te
Per averti dimenticato lungo la tua vita
E io maledico chi lo ha permesso
Chi ti ha reso inerme
Chi ti ha donato odio e ha chiesto in cambio
La vita
E invoco il grande spirito che ti renda
Immortale nei tempi mio amico

Ciao Andrea


(Testo inviato da Federica)


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Felice Pagnani IL MIO AMORE . .
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ruggiero - Passeggiata notturna il due di Novembre
» Ruggiero - Basta una Carezza
» Ruggiero - A mia Madre! L'utimo saluto
» Ruggiero - Il pianto della luna
» ocram 61 - delirio
» ocram61


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
E mi accontento di queste frasi rubate al sogno di averti qui e sentire il calore delle tue parole,

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9974383
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.