La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: gennaio 11, 2016 | Da: francogobbo13
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 705 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
francogobbo13
poesie quasi tutte in dialetto veneto
PASSA IL TEMPO

Laria tiepida al mattino
tiene allegro il cuoricino,

lo fa gioire fino a sera
questa la primavera

che fa fiorire ogni cosa
e la natura sembra sposa,

che sadorna il d di festa
sia ai piedi che alla testa.

Da quel nido son partiti
verso il cielo poi rapiti,

quattro vispi rondinini
insieme ad altri uccellini.

Quando il grande soleone
qui ormai fa da padrone,

manda tutti nella sua stanza:
chi lavora e chi in vacanza,

a sognar come un bambino
mentre schiaccia un pisolino.

Regala sempre frutti buoni
sugli alberi e nei covoni,

quando arriva ferragosto
matura luva per il mosto.

Con lautunno pazzerello
devi aprir un po lombrello,

ed il vento con le sue voglie,
fa cader tutte le foglie

pigia luva li nei tini
ed i mosti diventan vini,

i giorni or non son pi lunghi
e nei prati crescon funghi.

E lass sulle montagne
si raccolgon le castagne

per i bimbi e per i vecchi
con le noci e i fichi secchi.

I conigli ed i cerbiatti,
l saltellan come matti,

ci son orsi e cinghiali
che fan versi danimali.

Cosa c da ululare
e le lepri far scappare?

il lupo che fa i versi ad una stella,
una dolce serenata alla sua bella.

Quando arriva nonno inverno
vuol restare qui in eterno,

tira fuor le sue mattane,
caccia tutti nelle tane,

se la neve fa venire
ed ogni cosa ricoprire

dorme tutta la natura ,
sia nei monti che in pianura

Soffia il vento birichino
spinge il fumo nel camino,

e qui dentro alla casetta
c una vecchia poveretta

che si scalda al focolare
e tante storie da raccontare,

i piccini stanno a sentire
poco prima di dormire.

Or lass nella casetta
non c pi questa vecchietta,

soffia il vento ancor nei tetti
ed i bimbi ormai son vecchi.

Passa il tempo con le stagioni
nei giorni tristi e in quelli buoni

ad ognuna d i suoi frutti
da spartire un po con tutti.

Passa il tempo, sembra volare
ma nessuno mai lo pu fermare.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Stessa Merda,Altro giorno
» Felice Pagnani - Belva
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Goccia di Ghiaccio
» Ugo Perrotta - Supernova
» Celate in uno scrigno
» Davide Zocca- Stasera...
» Giovanna Filizzola-Miscugli di sentimenti
» Francesco Esse - Solo


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Dice il Sofista amaro: ...il Passato passato; come un'ombra, come se non fosse mai stato. Impossibile trarlo dal sempiterno oblio; impossibile all'uomo, impossibile a Dio! Il Passato passato... Il buon Sofista mente: basta un accordo lieve e il Passato presente.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6639
Autori registrati
3147
Totali visite
11921294
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.