La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 08, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 637 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Globali Uno

Mondo perch
ho potuto comprare
anche quellultimo piatto di riso
per gettarlo ai miei cani?

Se ne sta
accoccolata, al centro
della radura, davanti alla
sua casa, una capanna di paglia
vicino al doppio reticolato
della miniera di titanio,
in testa solo
una stoffa bianca e rossa
messale da qualche vicina
per il sole.
Praticamente nuda
un corpo nero, magro
un pezzo di ebano scolpito
lucido per millenni di storia.
Ogni tanto allarga le braccia
a palpare laria, la polvere, lerba
per poi ritrarle come remi in barca.
I suoi occhi ingialliti
non guardano fuori, ma
dentro in un punto fisso.
I suoi due figli di 8 e 10 anni erano stati reclutati
e portati via per una guerra di niente, povere
lotte per un piatto di riso.
Li vide tornare un giorno, pianse di gioia
abbracciandoli: il villaggio in festa.

Sbucarono una sera, dalla boscaglia
8 sbrindellati ragazzini in uniforme e
armati da un mondo accecato dal
vizio del lusso e del tutto sempre!
Avevano fucili americani, mitra russi e
cinesi, bombe italiane e tedesche.
Presero i due bambini, uno per gruppo
e li nella radura furon dichiarati traditori!
La madre si gett ai loro piedi, url
pianse, si stese per terra.
Ma quelli in un sol colpo gli
sgozzarono, se ne andarono
lasciando i loro corpi cadere
come panni a terra.
Lei li tir accosto a s,
cullandoli in un lago di sangue.
Lei al centro in mezzo ai suoi figli
gli accarezzava
muovendo lentamente le labbra.

Franco Piri Focardi Luglio 2001


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Felice Pagnani IL MIO AMORE . .
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ruggiero - Passeggiata notturna il due di Novembre
» Ruggiero - Basta una Carezza
» Ruggiero - A mia Madre! L'utimo saluto
» Ruggiero - Il pianto della luna
» ocram 61 - delirio
» ocram61


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Poich grandi dune - vento - avanzano danzando passi lenti e larghi io maccorgo epifenomeno, accidente nemmeno fatale al loro cammino.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9995564
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.