La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: giugno 26, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 531 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
BARGA AL RISVEGLIO


Il tenero vagito dell'alba
sbriciola carezze
e allestisce con le sue dita fragili
l'anima
di queste case antiche
inginocchiate
alla dolce severit
del Duomo.
S'affaccia
lo sguardo sonnolento
di finestre ancora chiuse
sulla valle
intorpidita di nebbia.
Il bosco alle spalle
ventata nera, compatta;
invisibili occhi
i casolari nascosti.
La Pania, di fronte,
dal nulla
su bianche creste di spume
si dipinge d'acqua e d'infinito.
Rabbrividisce l'aria
al suono dell'ore sulla torre
che cull il Poeta
nel "cantuccio d'ombra romita".
Le vie brune,
tra palpebre serrate di mura
e volte complici,
nel faticoso attorcigliarsi
-serpeggiare d'argento,
gioco bizzarro di stigmate-
grondano silenzio
che sa di rumore
nel respiro dei millenni.
La Storia ha cucito
addosso a queste pietre
i suoi cimeli di arte,
di abbagli,
di glorie,
di fasti,
di fede
e di guerre
e di miserie
e di sudore...,
conservati nella galleria
di abbondanti tesori,
pezzi rari,
pezzi unici,
fragranze sospese
in oasi di sogno.
Ma al rimbalzo
dei primi passi
strappati al sonno
ed al primo sferragliare
di una saracinesca
si adagiano nello scrigno
della memoria
gli scenari prestigiosi.
La vita si sveglia:
rapido il tuffo
sulle cicatrici dell'oggi.
Rimane sospesa l'eco
come refolo di tempi remoti
a far compagnia
agli sguardi intensi, ammirati
ed a far battere
d'emozione
"il gran cuore turistico".


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Felice Pagnani IL MIO AMORE . .
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ruggiero - Passeggiata notturna il due di Novembre
» Ruggiero - Basta una Carezza
» Ruggiero - A mia Madre! L'utimo saluto
» Ruggiero - Il pianto della luna
» ocram 61 - delirio
» ocram61


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
FESTE DELLA FAME Mia fame, Anna, Anna, fuggi sul tuo asino. Se ho del gusto soltanto per la terra e le pietre. Dinn! dinn! dinn! dinn! Mangiamo l'aria, la roccia, i carboni, il ferro. Mie fami, girate. Pascolate, o fami, nel prato dei suoni!

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9984885
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.