La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: aprile 08, 2016 | Da: Gianni Marcantoni
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 361 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Gianni Marcantoni

Caro amico, forse sei
rimasto senza parole per colpa
mia, ma le nostre colpe rimangono
sempre senza ragione.
Ho creuto molte volte
di capire di cosa tu stessi
parlando, ma in realt stavo solo
capendo me stesso; che vale
sempre la pena chiudere qualcosa
e ricominciarne un'altra.
Anche se peggiore
non importa, ma chiudere
l'uscio ci salva
dall'inutilit
della ripetizione.

Bisognerebbe costruire,
costruire, e credere
alle fasulle certezze del mondo,
ma io anche se guardo il mondo
intero, non ho che me stesso,
e nulla pi. Di tutto il mondo
vedo solo ci che ho perso
intorno a me, e tutti gli
altri continuano a bleffare,
e anche io bleffo credendo
che tutti gli altri abbiano
capito, tranne me.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Felice Pagnani IL MIO AMORE . .
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ruggiero - Passeggiata notturna il due di Novembre
» Ruggiero - Basta una Carezza
» Ruggiero - A mia Madre! L'utimo saluto
» Ruggiero - Il pianto della luna
» ocram 61 - delirio
» ocram61


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Guardano dall'alto: sono tozze figure immobili. Pi sotto, le ferre membra, rozzamente tornite, emergono, sorgenti lentamente dal grigio. Sta uscendo da piccole macchie, rosse vesciche nei solidi pilastri, un ultimo intreccio urlante all'incostanza del vento.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9980967
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.