La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 12, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 529 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
La voglia

Anche oggi la mente si distrae!
Anche oggi l'anima sussulta e si torce!
Anche oggi le membra reclamano!
Anche oggi la voglia mi assale!

Mi aggiro per la mia camera mentre pensieri senza immagini e senza senso mi pervadono tutto.
Vago per la casa mentre i brividi mi fanno vibrare la pelle.
Cammino per strada senza meta.
L'ansia mi attanaglia le interiora e mi fa sbattere il cuore.
Passo davanti a negozi, case, edifici, parchi e piazze vedendo senza guardare, sentendo senza ascoltare. Il vento mi scorre addosso donando momentanei sollievi e effimere soddisfazioni, facendomi vibrare fin dentro l'osso. Vedo la gente che passa con bimbi e con merci, ma noto che coloro soddisfatti e contenti lasciano il posto ai delusi e agli oppressi, vittime di giochi spudorati e lerci, che invano tentano di soddisfare i loro intenti ma si dimenano
come fanno gli ossessi.
Voglia, che mi fai sbattere il sangue,
che mi fai bruciare la carne,
che mi fai palpitare le membra!
Mi fai fare sospiri profondi
e poi mi trattieni il respiro,
mi acceleri il cuore per poi
d'improvviso frenarlo.
Voglia di vivere, di comunicare,
di condividere, di creare e generare.
Voglia di stringere, voglia di contatto!

Pi mi assali pi io mi chiudo
nel mio piccolo e desolato mondo.
Pi io mi chiudo e tu pi m'assalti!
Poi languida si fa strada
in me l'idea del domani.
In un mondo di falsa abbondanza
ci sospinge la mera speranza.

Riesco infine a concentrarmi
e cacciarti, riprendo finalmente
il controllo della mia realt.
Ma dopo il tuo dolce e tenero
abbraccio, foriero di sogni
delicati ed intensi, vedo
la vita scorrermi via di dosso
circondato da solitudine
e vilt!


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Felice Pagnani IL MIO AMORE . .
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ruggiero - Passeggiata notturna il due di Novembre
» Ruggiero - Basta una Carezza
» Ruggiero - A mia Madre! L'utimo saluto
» Ruggiero - Il pianto della luna
» ocram 61 - delirio
» ocram61


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Affetti,persone,ricordi,si allontanano da noi,come vascelli fra le onde del mare.A noi non resta che guardarli mentre si lasciano andare via dagli sguardi alla fine del mare al confine fra cielo e mare.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6551
Autori registrati
3084
Totali visite
10016458
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.