La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 29, 2017 | Da: Genni42
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 208 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Genni42
Sono una persona solare Non sono un poeta e provo ad esprimere scrivendo brevi emozioni.
Vanno i pensieri sparsi nella notte vanno,
li raccolgo e nel silenzio par dudir la melodia d'un valzer.
Nel vortice delle note danzano i pensieri,
illusioni,speranze e amori,volteggiano le sensazioni
Vestite di sogni gioie e dolori!
Nel vorticoso valzer girano unite nostalgiche emozioni.
Guardo il cielo e mi fissa una stella tra le stelle
più lucente e più bella,par che dica invitando i pensieri
su venite e ballate quassù.
Pur se nel cuore c'è nostalgia non li fermo e li lascio andar via!
Se ne vanno volteggiando i pensieri nell'immenso svaniscono
ora liberi lontano da me.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Felice Pagnani IL MIO AMORE . .
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ruggiero - Passeggiata notturna il due di Novembre
» Ruggiero - Basta una Carezza
» Ruggiero - A mia Madre! L'utimo saluto
» Ruggiero - Il pianto della luna
» ocram 61 - delirio
» ocram61


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
"Quando vien la notte/noi andiamo vagando sprigionate/dai cupi regni; tolte via le spranghe,/anche Cerbero vagola dintorno./Ma Lete vuol che all'alba si ritorni/alle nostre paludi. L il nocchiero/prima ci conta e poi ci porta ancora." (Sesto Properzio: "Elegie", VII, Libro Quarto; Rizzoli Editore, trad. Ettore Barelli) Ci fu un tempo in cui nelle citt, nei villaggi, nei piccoli paesi sperduti sui monti, in ogni luogo insomma dove poteva essere presente l'uomo, i morti e i vivi stavano insieme. Questo fatto singolare che oggi forse ci stupisce non dur pochi giorni o poche settimane o qualche anno, ma and avanti quasi per un intero secolo agli inizi del sesto millennio dopo Cristo.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6527
Autori registrati
3076
Totali visite
9722590
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.