La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 12, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 722 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Cantico degli ubriachi


Potrai forse perdonare le mie mani?
Non ho avuto il tempo di confidarmi con loro!
C'era la guerra per il posto migliore:
l'avvocato del momento mi costrinse a partire.

Oggi ho fame di buio e di foglie!
Quelle notti affogate sono aria per i miei denti!
Ormai'l tempo ha emesso la sentenza:
tutto confiscato nel turbine della somiglianza.
Avevo bisogno di altro spazio ed altro tempo.
La mia palla di vetro aveva perso il suo colore.
Ora scendo le scale del perdono:
sono in cima ad una scala a forma di cono.
Disegnamo la risalita dall'inferno
Ci incontriamo per strada e ci stringiamo con forza
Abbiamo un letto per ogni ospite desiderato
le parole per scriverci e le scarpe bucate

C' in ognuno una miriade di passato.
Abbiamo ancora il nostro anello segreto.
Non c' bisogno di guardarsi negli occhi
ma trovarsi riuniti per trovarsi daccordo

Capiamo adesso che avevamo ragione:
non c' bisogno di ulteriori conquiste!
La Terra della forma che ti pare al risvegglio
ma il tavolo tondo e la strada in montagna.
Restituisci i tuoi occhi di vetro
Non avrai bisogno di ulteriori conseguenze!
Quando ritorni troverai da mangiare
un concetto di Arte e un'armatura da cavaliere

Siamo cambiati e non siamo cresciuti
I miei capelli dicono "Crescita Pericolosa!"
La notte giovane e dovremmo impararlo
che si pu vivere di solo conforto.
Ma ora attenti alla nostra nostalgia
ora pronti a sputare in faccia alle credenze
Cercammo di evolvere a un livello superiore
Ci trovammo perduti senza pi apprezzare

Sono stanco di dormire da solo!
Il mio panorama ha la faccia da deficiente!
Ora faccio tramontare la giornata
Bestemmio a nessuno
Racconto favole inventato sul posto
Non ho la fretta di raggiungere il paradiso
Raccolgo bottiglie e ne faccio un castello
Sento il bisogno di qualcosa di bello,
gi troppo tempo
andato
sprecato


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Felice Pagnani IL MIO AMORE . .
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ruggiero - Passeggiata notturna il due di Novembre
» Ruggiero - Basta una Carezza
» Ruggiero - A mia Madre! L'utimo saluto
» Ruggiero - Il pianto della luna
» ocram 61 - delirio
» ocram61


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Sai chi ti d la caccia pei quattrini, sai l'avidit di chi t'assedia e sai, Mariano, a cosa miri chi ti sempre attorno. Tu, o sciocco, tuttavia nel testamento per tuo erede nomini costui e vuoi, o pazzo furioso,

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9982826
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.