La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: marzo 03, 2015 | Da: Giulio Titonel
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 811 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Giulio Titonel

Larpa lontana del monte



La nostra vita come un monte da scalare, anzi, tanti monti. In cima ad ogni monte vi un nostro obiettivo, un traguardo molto bramato della nostra vita. In questo momento mi immagino questa figura retorica: un monte da scavalcare come il mio obiettivo attuale, le mie aspirazioni, i miei sogni. Ci che attira la mia attenzione, il motivo per cui voglio scalarlo, perch dalla cima proviene la musica della bellezza assoluta, larpa che discioglie i suoni nellaria, e una stella bellissima, la pi bella che abbia mai visto, che riesce a dare una luce di uno splendore unico, una luce di una specialit unica, una luce davvero irripetibile e introvabile. Questo monte, di conseguenza, diventa la ricerca della bellezza, della felicit e dellamore., ove, man man che saliamo, ci innamoriamo sempre di pi e la nostra anima cerca quella della nostra anima gemella. Man mano cresce la nostra simbiosi con chi amiamo: diventiamo felici quando ci saluta ed felice, diventiamo tristi quando diventa triste, sogniamo di valere per lei quanto lei vale per noi. Tremiamo spesso quando la vediamo vicina a noi e sogniamo, immaginiamo di poter esprimere il nostro amore e di poter baciare il nostro sogno, o almeno di averne la forza. Sogniamo di poter dire Ti amo: una frase che potrebbe essere insignificante o rinchiudere in due parole un intero romanzo di sentimenti. Lamore come un sentimento che attrae due diamanti in repulsione.
Questo sogno lo rincorriamo come dietro a un bellissimo suono proveniente dalla cima del monte. Allinizio siamo solo attirati, poi, man man che saliamo e il suono si fa pi forte, ci innamoriamo e iniziamo a vagare per i pi grandi sogni.
Sono pochissime le poesie che pubblico e quasi nessuna cos personale. Questa, per, merita di essere pubblicata. Merita di essere pubblicata perch non solo una poesia mia, ma di tutti quelli che amano e che inseguono quel monte alla ricerca della loro stella disciolta nell'aria della propria esistenza. E' dedicata anche a tutti quelli che hanno raggiunto quella stella, ma che, a quel punto, lottano perch non venga oscurata. Per chi ama la sofferenza pi grande sarebbe veder oscurata la luce di chi si ama, veder soffrire l'altra met. Ed per questo che penso che questa poesia non sia solo mia e che questi versi e queste figure siano le stesse cose che percorrono il cuore di ogni innamorato, tradotte in poesia per cercare di rendere il linguaggio incomprensbile dei sentimenti a un linguaggio un po' pi comprensibile che la retorica. Risulta, almeno credo, impossibile, tradurre questa in parole troppo semplici. E' impossibile descrivere un sentimento e gi poter usare un po' di retorica per essere un po' pi chiari molto.





Mentre larpa del monte
scioglie il suono nellaria,
e lanima e il fuoco
e luce e calore vivi.

Con il fuoco dellanima
che cerca il fuoco migliore
cerca il fuoco nei lontani cieli
cerca le stelle alla cima del monte,
nel salire e nel faticare,
nel salire e nel tremare,
nel salire e nellombrare,
nel pericolo e nella fatica,
nella felicit e nella speranza.

Nel salir monti,
nel seguire larpa,
nel seguire la luce,
nel fuggirla,
nel temerla e nel bramarla
per vivere laria
disciolta di suono e di luce.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Stessa Merda,Altro giorno
» Felice Pagnani - Belva
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Goccia di Ghiaccio
» Ugo Perrotta - Supernova
» Celate in uno scrigno
» Davide Zocca- Stasera...
» Davide Zocca- Prevert
» Giovanna Filizzola-Miscugli di sentimenti


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Chiss Chiss se lei pensa a me come io penso a lei, nonostante faccia ogni sforzo, [ogni cosa mi ricorda di lei. Per me come un sogno, un bellissimo terribile sogno da cui non vorresti [mai svegliarti per paura della realt. Chiss se per lei io rappresento qualcosa, per me il mondo intero, la felicit [che non ho ancora mai provato e chiss se mai prover. Che stupido che sono a scrivere questo, ma ancor pi stupido sarei a non dirle [il mio amore.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6643
Autori registrati
3159
Totali visite
12204040
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.