La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: settembre 24, 2017 | Da: MastroPoeta
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 155 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
MastroPoeta
Come un aedo giunto alla sua ultima festa
Ti sei sposata il principe azzurro
bello, alto e con gli occhi blu
durata uno schiocco di dita
ho appena qualche ricordo di pi.
Te lo sei scelto
abbronzato e biondo,
doveva essere
il migliore del mondo
due giorni a parlarmi del suo
temperamento rassicurante,
la prima notte di nozze
lha resa una come tante
A parlarmi delle sue
attenzioni e delle tue speranze.
Quella stessa notte scivolata
via nel gioco delle assenze.
Io che ti azzurro
non ho proprio niente
mi chiedo se del tuo principe
apprezzi le chiacchiere a luci spente.
Lazzurro non degli occhi,
credo lo si cerchi nel cuore
e questa notte che sto da solo
con te voglio fare lamore.
Quando nel buio squillato il telefono ho
pensato che non deve piangere una giovane sposa,
poi hai sussurrato del suo smarrimento improvviso.
Che ti ha lasciata solo in questa notte preziosa!!
Ora ha perso un po di azzurro
il principe che ha preso il volo,
ora che tutto finito e sei qui
che dormi nel mio letto, avvolta da un lenzuolo.
E io che lazzurro tempo fa
lho lasciato dentro un cinema muto,
non pensavo che tutto
questo lavrei mai vissuto.
Io che non sono bello e
non ho i capelli color delloro
ti asciugo le lacrime,
e nemmeno ti sfioro.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Stessa Merda,Altro giorno
» Felice Pagnani - Belva
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Goccia di Ghiaccio
» Ugo Perrotta - Supernova
» Celate in uno scrigno
» Davide Zocca- Stasera...
» Davide Zocca- Prevert
» Giovanna Filizzola-Miscugli di sentimenti


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
LA "ROMANELLA" II Con Traduzione M l'urtima invenzione 'na padella, che quello che se cce poi se stacca, mastice, colla, pece e ceralacca, se rivorteno come 'na frittella

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6649
Autori registrati
3164
Totali visite
12500775
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.