La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: settembre 24, 2017 | Da: MastroPoeta
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 272 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
MastroPoeta
Come un aedo giunto alla sua ultima festa
Avanti avanti, rispondi.
Apri la dannata porta,
non c tutta la vita.
E la notte cos corta
Non ho doti, e se ne avessi
non sarebbe la pazienza.
Se la maniglia scende, entro e
prima che tu opponga resistenza
sputo dun fiato parole, angosce
paure e tutto quanto.
Non sono qui per aggiungere storia alla
storia. E non ti dir se ho pianto.
CLIC il momento,ci siamo. Don Angelo
buona la persona, ha cuore il tuo prete;
la domenica le ostie ti accecano da quanto
le strofina, e lha alzato pietre su pietre
quel suo oratorio. Ma non si pu dire che
sia un salice il tuo Francesco dei poveri,
messo sotto pressione la voce balbetta e i
suoi nervi somigliano alle alette dei passeri.
Povero Don: mi pregava di non venire, e
mi dava il tuo indirizzo di casa
recitava il rosario tra le mani sudate
e mi parlava della sua chiesa.
Scordava le parole del Padre Nostro e picchiava
il pugno come il babbo natale della Vicenzi
Mi chiedeva di non cercarti. Ripeteva Tra non
molto la Vigilia. Teme che lo licenzi.
Non farlo, ti ama. Io lamavo, ma Eva del serpente
mi ha lasciato giornali vecchi e cartone.
Mamma e pap da anni guardano la vita da dietro
la finestra o davanti a un vetro in televisione.
E ho perso gli amici tra
Giuda senza sospetto
e una donna che
suda nel loro letto.
CLIC E ora fatta. Ti
ho detto tutto quanto.
Ora fatta. CLIC Ma
non saprai che ho pianto.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» Stessa Merda,Altro giorno
» biancanevo - passa il tempo
» Jorges Luis Borges LAMICIZIA
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» stefano medel-nevicata
» Claudio Spinosa Quando il microfono
» Antonio Di Simone - Natura
» Francymazz215003 - Guerra per la pace
» Volo (con te Angela)
» Fernanda D'Amore - Farfalle


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
La foglia diventa espressione dell'uomo che sente di avere una qualit, un potenziale, del talento... vuole comunicarlo, vuole emergere, ma il pi delle volte resta inascoltato.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6751
Autori registrati
3206
Totali visite
14462305
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.