La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
» Più lette
» Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
» Disegni
» Sito Poesia
» In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
» Nome » E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: agosto 01, 2013 | Da: stefano medel
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 2119 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
stefano medel

Io qui,
vicina è l’alba;
sperduto in me stesso,
dentro le mie infinite solitudini;
una particella nell’universo;
solo un essere umano,che grida
all’aurora la sua solitudine,
senza te,
sono perduto,
e ti chiamo in silenzio,
e ti penso in segreto;
amami amore,
non mi lasciare,
non smettere di parlarmi;
ho mi perderò nel vento,
tra facce straniere,
nel mondo grande;
non dimenticarmi,
stammi a sentire,
un altro po’;
ho mi perderò,
nel tutto;
disperato e solo,
col mio dolore,
con le mie emozioni;
ascoltami,
non andare,
ascoltami.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - L’infinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Felice Pagnani IL MIO AMORE . .
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ruggiero - Passeggiata notturna il due di Novembre
» Ruggiero - Basta una Carezza
» Ruggiero - A mia Madre! L'utimo saluto
» Ruggiero - Il pianto della luna
» ocram 61 - delirio
» ocram61


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Se mi sento sì povera, è perché sei Tu che mi disarmi dell'anima e in questo corpo deturpato lasci solo lividi silenziosi per renderlo un guscio di squame rubato al mare. E' così vile il tuo gioco:

    Statistiche generali
» Pubblicazioni
6573
» Autori registrati
3090
» Totali visite
10192496
» Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.