La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 29, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 599 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Monica De Steinkuehl


ARMONIA

Il mio cuore
suona dolci melodie
che danzano
nell'aria
ancora cos calda

che ballano
nel cielo
ancora colmo di stelle

con la luna
che m'illumina
la strada
cos viva
in questa notte
piena di armonia.

Armonia di cuori
che percorre
le nostre vite
bruciamo
tra scintille di fuoco
tra armonie di sogni.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Stessa Merda,Altro giorno
» Felice Pagnani - Belva
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Goccia di Ghiaccio
» Ugo Perrotta - Supernova
» Celate in uno scrigno
» Davide Zocca- Stasera...
» Davide Zocca- Prevert
» Giovanna Filizzola-Miscugli di sentimenti


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
passato tanto Ma non cambio Ho fatto danni su danni Mi sono fatto male E continuavo senza gridare Cerco di scappare Da un labirinto senza uscita Cerco, scavo ma faccio sempre Lo stesso girotondo La sera vedo il rosso del tramonto Con le sue nuvole viola In cui cerco il bianco Di cui sono fatte la mattina Quando il sole brilla in alto Come cerco in me Quello che mi faceva ridere Essere sereno e felice Di perder tempo Vorrei che il mio dolore Fosse muto e si nutrisse di silenzio Perch da quando parla Ripete sempre lo stesso lamento C chi nel dolore Ci nasce e ci muore Ma almeno ha la dignit Di non farlo pesare In fondo sar quel che devessere Sia che ci sia un temporale Che un sole tropicale Non sono io che scelgo Ne c nessuno da pregare La vita va da se Ed imprevedibile Proprio come te Come i tuoi occhi e il tuo cuore Impercrutabili e indecifrabili Per me che se penso al tuo sapore Ancora perdo la ragione. Daniele Paiaccia

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6639
Autori registrati
3151
Totali visite
12075614
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.