La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 04, 2013 | Da: Maria Lupoli
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 1015 | Valorazione:

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Maria Lupoli

Ossequi (canzonetta)
di Maria Lupoli


E alla fine questo cuore lho lanciato
in otto pezzi contro una parete
cos stanca di ascoltarne i patimenti
(quanto assillo mi d quella tua voce).
Legocentrico non ha controbattuto.

Limitato (si ) allacrobatismo
dalla gabbia (toracica) al parato
si schiantato contro lira (mia) rabbiosa
e gli arzigogoli fioriti un po scrostati.
Proprio bene, nuovi cocci da spazzare.

Poi, pentita, son tornata l a contarli.
Otto piccoli frantumi di unaurora.
Fino a sera non faranno che guaire
come brandelli di bestiole mal riposte.
Non potevo, sai, lasciarli qui a dolersi.

E cos, sanguinanti e ancora caldi,
te ne ho spediti un paio in prioritaria
indugiando ben attenta sul biglietto
e sullarte del confezionamento.
Ch il miocardio non sammacchi nel tragitto.

Ricevuti, tra le mani, i miei residui
(ahi, vedessi il tuo cipiglio inorridito)
hai replicato con glaciale educazione
ed un tagliando di ringraziamento
(con rilancio tempestivo al suo mittente):

Signorina senza cuore non ha grazia [-stop-]
E, perdoni, fa una certa ripugnanza
quella crepa rosso sangue l sul seno [-stop-]
Con ossequi, s, lamico Suo sincero.
(Le sue impronte sulla carta, qual tesoro..!)

Da quel giorno provo a rivestire il foro
(e, l dentro, garze e pagine stampate)
indossando camicette pois et ruches
medaglioni, lunghe sciarpe, girocolli
spasimando quel mio fascino perduto.
E otto cocci,
due dei quali
ancora
in viaggio.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Stessa Merda,Altro giorno
» Felice Pagnani - Belva
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Goccia di Ghiaccio
» Ugo Perrotta - Supernova
» Celate in uno scrigno
» Davide Zocca- Stasera...
» Davide Zocca- Prevert
» Giovanna Filizzola-Miscugli di sentimenti


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
la verit di promesse non mantenute di bugie celate in un sorriso splendido e illuminante malizia di occhi inesperti, curiosi che bramano e nello stesso tempo rifuggono nei confini

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6649
Autori registrati
3164
Totali visite
12517535
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.