La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 15, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 960 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
TU NON SAI LE VOLTE.

Tu non sai le volte
Che ho fermato il passo
E come un radar
Ho cercato la strada.

Ma a vent'anni
Siamo protetti
Dalle nostre stupidit
E mille ore
Son lontane dalla morte.

Penso a una ragazza
che conosco di vista.

Lei ha perso l'amore
Su un strada scivolosa,
Un amore di vent'anni,
Come me.

Siamo un gioco
Coi dadi
Truccati contro.

Porto Torres 4 febbraio 2002


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» Stessa Merda,Altro giorno
» biancanevo - passa il tempo
» Jorges Luis Borges LAMICIZIA
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Carmine Ianniello - Stagno
» Carmine Ianniello - Orizzonte
» Gattina
» Lasciami trovare un attimo
» Chemistry is life
» Adieu - Risveglio


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
E quella terra baci il cielo in fronte con il bisbiglio di stelle intorno ed io invidioso di quellamore folle mai pi rivolsi lo sguardo al mondo. La memoria di cui tanto favelli si la via tarda del cuore ma la grazia di cui mi nutristi fece largo al nostro piccolo amore. Forse l'essenza ha origine immensa cos come l'anima mia s'accoccola nutrito di latte divino dalla dea coscienza ci rende immortale alla sua prole e con noi s'accorse di non poterne fare senza.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6755
Autori registrati
3523
Totali visite
15167695
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2020 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e adesso curato da Manuel Pagnani.