La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 04, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 522 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Estate

Tu che sei nato in estate
Quando la terra gravida
E laria satura di fragranze e sapori
Di colori vivi e di luce accecante,
forse non ami lautunno.
Gli uccelli migrano lontano
lasciando la terra desolata
a ricordare nel sopraggiunto silenzio
la eco delle loro grida nel cielo;
la luce del sole ormai timida nel comparire,
le nuvole nella notte trasformano la luna piena
in un riflesso opaco;
ombre scure hanno preso il posto delle cose ed
hanno contorni indefiniti e tremanti.
Lanima del mondo si incarnata altrove
e tu ne erediti le spoglie.
Eppure
Se riuscirai a soffermarti per un istante fra i rami spogli,
ad ascoltare il vento che spazza via le foglie morte,
a lasciarti accarezzare dalla pioggia sottile che rigenera i solchi,
ad amare questa terra nuda e fredda attraverso le tenebre che lavvolgono,
ti accorgerai di un respiro sommesso
del battito lieve di un cuore che sta riposando.
E se saprai attenderne paziente il risveglio,
allora,
avrai per te solo una terra vergine da fecondare
e fiori e frutti riempiranno le tue mani
e nei tuoi occhi briller la luce di un giorno senza tramonto
e udirai nuovi sussurri e nuove grida che avranno il tuo nome,
e stormi di uccelli si libereranno nel cielo per te soltanto imbastendo danze damore
sulle note di una musica scritta da te e scritta per te dalle acque dei ruscelli
ed il vento ti porter in un viaggio senza fine
accarezzando il tuo sorriso perch non svanisca
il sole penetrer le tue membra per infondervi calore e forza
e sarai stordito da profumi inebrianti che rapiranno i tuoi sensi fino a confonderli.
Allora
e solo allora,
mi incontrerai di nuovo
e guardandomi
non mi riconoscerai.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Felice Pagnani IL MIO AMORE . .
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ruggiero - Passeggiata notturna il due di Novembre
» Ruggiero - Basta una Carezza
» Ruggiero - A mia Madre! L'utimo saluto
» Ruggiero - Il pianto della luna
» ocram 61 - delirio
» ocram61


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Mi piace immaginare un pianeta situato nell'universo in un luogo opposto al nostro, qualcosa di meraviglioso, che dia speranza solamente osservandolo... e qui un uomo...

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9995618
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.