La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
» Più lette
» Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
» Disegni
» Sito Poesia
» In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
» Nome » E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: agosto 13, 2013 | Da: stefano medel
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 2497 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
stefano medel

Sentire la tua voce
Al telefono,
morbida e sinuosa,
vuol dire,
ricominciare,
e sogno di stare con te,
e di volare liberi,
correre,fregandocene del mondo,
incontro all’estate,
coll’odore di fieno e di erba secca;
sentirti,mi dà gioia,
e ti penso un po’ di più.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - L’infinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Stessa Merda,Altro giorno
» Felice Pagnani - Belva
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Goccia di Ghiaccio
» Ugo Perrotta - Supernova
» Celate in uno scrigno
» Davide Zocca- Stasera...
» Davide Zocca- Prevert
» Giovanna Filizzola-Miscugli di sentimenti


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Senti il silenzio? "Il silenzio non si sente... non fa rumore!" mi dici... Ed io rispondo che lo puoi sentire, se chiudi gli occhi lo puoi ascoltare ... così nero e predominante, stelle, luna... stagni addormentati, anche la belva riposa stanca, La mamma coccola i suoi cuccioli, l'amante osserva la sua donna dormire, respirare... Il bimbo sogna il suo mondo fantastico, l'uomo ad occhi aperti, ancora, pensa alla sua vita, alle cose vissute, a quelle ancora da vivere... Le case hanno gli occhi spenti, le strade hanno solo foglie accartocciate negli angoli bui, quegli angoli che vivono del miagolio malinconico dei gatti randagi...

    Statistiche generali
» Pubblicazioni
6640
» Autori registrati
3152
» Totali visite
12091012
» Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.