La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 29, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 508 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Bambina

In istanti pungenti
di fresco-dolceamaro chiaro
prendo i pomi dei tuoi occhi
nelle mie braccia verdi
d'abbandono
perpetrendo al mio silenzio acuto
violenza di barbaglio selvaggio.
Ragazza d'altre notti
bambina di fine porcellana
verdechiara l'anima
che ti inanella gli zigomi
di riflessi perduti
nella lontananza d'altri mari.
Io riverso la mia sete
nel bicchiere che dondola
mielosa ambra muta
e leggo nella chiara inquietudine
della tua acerba sete
il respiro della mia giovinezza perduta.
Troppo presto.
Degli uomini padroni
che ci hanno consumate e ci consumano
coi loro sguardi a spirale
portiamo la luce sulla pelle
e la sete insaziabile
nella curva appena oscena delle labbra.
Bambina dea-puttana d'altri porti
che chiedi col tuo leggero incedere
venerazione e distruzione al mondo
per le perle dei tuoi occhi
per le pure intersezioni del tuo viso,
ti lasci narrare dai miei occhi insani
la fiaba dolce e sbagliata che ti avvolge
dove credi di trovare il tuo fantasma:
ma la mia solo cruda noia mortale!
Ho versato nel bicchiere vuoto
grano a grano, piano
bianchi cristalli di sale
e me ne sono andata, via
nella reiterazione anonima della notte pietra.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Felice Pagnani IL MIO AMORE . .
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ruggiero - Passeggiata notturna il due di Novembre
» Ruggiero - Basta una Carezza
» Ruggiero - A mia Madre! L'utimo saluto
» Ruggiero - Il pianto della luna
» ocram 61 - delirio
» ocram61


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
I DONI MANDATI A UN PARENTE S'io avessi tordi che si fan giallognoli misti alle belle olive del Piceno, s'io potessi tender le mie reti nella selva sabina

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9986619
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.