La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: maggio 03, 2016 | Da: amcozza
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 902 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
amcozza

Un'auto a un appuntamento mi portava,
quante raffiche di dubbi feroci
sul mio cuore spiravano
mentre alla meta mi avvicinavo.
Giunto che fui, stordito da emozioni,
la tua figura poco distante mi additavi.
Il tempo di guardarti: due baci
veri sulle tue guance scoccai !
Mi si strinse il cuore:
anche per me nel mondo
qualcuno c'era che mi cercava!
Non disagio, non stupore
al primo abbraccio quasi nell'ombra:
se vero fosse il sogno pi non dubitai.
Ah qual trapasso di gioia
al batticuore che al tuo si accordava!
Occhi addolciti i tuoi e i miei
inteneriti ascoltavano stupiti
il cuore cantare a squarciagola:
un attimo cancell anni amari da ricordare
l'aria curante della vita ricevemmo in viso
si scrost il dolore e pentito scapp via.
Labbra mute da anni divennero ciarliere
aride si inumidirono per scrosci di baci.
-Nell'attesa di un giorno d'amore
si pu morire di illusione-
molti dicono: noi lo smentimmo!
Fu lo sguardo della gente su noi rivolto a dirlo
quando la mia e la tua mano si strinsero
e in una intuizione ci volsero ad altra vita.
Licenzier per sempre la serva illusione
or che da sogno ti sei fatta carne viva.
Ti tocco ti vedo ti ascolto:
bella pi di un sogno
ti percorrono i miei sensi
pi non lotta l'ammalata speranza
tra vita e la morte! Seduci il mio corpo,
accarezzalo con l'anima tua lieve,
non volger la pupilla altrove,
fissa l'uomo che ti sorride
con occhi abbelliti e grati
che come rugiada brillano
quando le tue labbra posi sulle mie!
Muori e scompari menzogna, via
all'incedere dei passi dei nostri cuori!
Nessuno pi ci riconosca qual fummo
e si soffermino su quel che ora siamo.
Vieni diletta, svaghiamoci tra i colori
del mare e del cielo, oltrepassiamo
il limite in cui si incontrano baciandosi
il cielo e il mare, andiamo
l dove l'orizzonte non arriva mai.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» Stessa Merda,Altro giorno
» biancanevo - passa il tempo
» Jorges Luis Borges LAMICIZIA
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Carmine Ianniello - Stagno
» Carmine Ianniello - Orizzonte
» Gattina
» Lasciami trovare un attimo
» Chemistry is life
» Adieu - Risveglio


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
BRINDISI FUNEBRE O tu, fatale emblema della nostra ventura! Saluto di demenza e libagione oscura, Certo non alla magica speranza del passaggio Alzo la coppa in cui soffre un mostro dorato!

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6778
Autori registrati
8027
Totali visite
17645707
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2020 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e adesso curato da Manuel Pagnani.