La Poesia

La casa della poesia
non avrà mai porte





Il più grande sito italiano di poesie e racconti

Entra o Registrati Che metta del giusto animo il pellegrino che bussa alla casa della poesia.


La Poesia | Antologia completa | Testi più votati | Ricerca avanzata | Rss Feeds | Invio materiale

    Poesie e racconti
» Poesia antica greca e latina
» Poesia dialettale italiana
» Poesia italiana
» Poesie inedite
» Poesie straniere tradotte
» Racconti inediti e/o celebri

  Filtra le poesie e racconti
Più lette
Più votate dagli utenti

  Felice Pagnani
Disegni
Sito Poesia
In ricordo

   Iscrivermi alla newsletter
Iscrivendoti alla newsletter riceverai la info dei nuovi materiali pubblicati.
Nome E-mail

Titolo/Autore Testi    ricerca avanzata
Pubblicata il: luglio 09, 2013 | Da: Redazione
Categoria: Poesie inedite | Totali visite: 535 | Valorazione

Occhio al medio ambiente | Invia per per e-mail

  
Redazione
Sono Manuel figlio di Felice, contento di portar avanti il lavoro di mio padre.
Arrivederci

Tutti alla festa
del treno che parte
e che arriva
almeno cos tutti sperano
a destinazioni involontarie
come la vita di un "te l'avevo detto"
e non tornano ancora
quei conti fatti e rifatti
e adesso vieni qui
vedrai che tutto passer
come un "non voglio pi"
detto lacrimando fra una parola e l'altra
e i fiori che la primavera doner
sono gi prenotati
gi allestiti
vieni pi vicino
come un pensiero che accende il fuoco
e lasciati andare
dove vanno tutti gli amori
e tutti i baci del mondo
quello che voglio
sollevarti dalla monotonia
dalla noia che incatena i cuori
e il paradiso gi prenotato
solo per noi
solo per noi
ti sto amando
come si ama la vita di un altro essere
come amo me stesso e pi ancora
e son pronto ad abbandonare le nuvole
i cieli della mia filosofia
e seguire nuove voci
nuovi spiriti
nuove verit
e t'amo come s'ama una giornata felice
come il vento caldo
come un grido di gioia
un coro di pensieri
una vita che dona se stessa
e vedrai un sole nuovo sorgere
rubare il cuore alle cose
e amarti
io non so se mai si avverer
come un sogno ingiallito
la mia vita
la mia vita
la mia vita
e sogner
un'alba mai vista
rigeneratrice
complice
e tu amore
non lasciarmi solo
potrei perdermi
essere sconfitto
rimanere deluso
ma tu amore non lasciarmi solo
quello che non muore mai
questo "t'amo"
detto adenti stretti
esploso all'interno
prigioniero volontario
e ti amo ancora
e vedrai un nuovo giorno
ergersi silenzioso in me
come una gemma che sboccia
e colora la primavera
arrivederci.


 Commenti degli utenti

Non ci sono commenti...



Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search
1 2 3 4 5
Come ti è sembrato?     Scarso
Eccellente    


Ti proponiamo i Poesie inedite più letti

» Ciro Sorrentino SULLE VERDI COLLINE
» Adele Boccabella - Linfinito di un bacio
» biancanevo - passa il tempo
» Felice Pagnani - Belva
» Felice Pagnani IL MIO AMORE . .
Gli ultimi Poesie inedite pubblicati

» Ruggiero - Passeggiata notturna il due di Novembre
» Ruggiero - Basta una Carezza
» Ruggiero - A mia Madre! L'utimo saluto
» Ruggiero - Il pianto della luna
» ocram 61 - delirio
» ocram61


    Una pubblicazione proposta fra le tante presenti nel sito
Non mai dal cielo ch'io spirai parvolo ridesti, o Sole, bel nume, splendido a me, s come oggi ch'effuso t'amo per l'ampie vie di Livorno.

    Statistiche generali
Pubblicazioni
6543
Autori registrati
3082
Totali visite
9981735
Categorie
35

Eliminare i file cookie | Torna su   

2000, 2013 © La-Poesia.it | Fondato da Felice Pagnani e ripubblicato nel 2013 dalla redazione di Latamclick.